Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Don Luigi Ciotti. Il 30% delle aziende bloccate da ipoteche bancarie
di Cettina Mannino

Tags: Don Luigi Ciotti



Sempre in prima fila per la lotta contro la mafia Don Luigi Ciotti, presidente dell’associazione Libera, lancia dei dati a livello nazionale. 1091 aziende confiscate, 665 sono state chiuse e 257 sono ancora da assegnare; solo 64 sono sopravvissute. “Le dimensioni del fallimento- precisa Caputo - della gestione delle aziende è ancor più grave”. “Il problema è un altro - spiega Maruccia -. Le aziende che dalle mani dei boss passano improvvisamente ad un sistema di gestione svolto nella legalità subiscono un trauma”. “Proprio per questo motivo è presa in considerazione la possibilità di inserire, nel nuovo pacchetto di sicurezza, delle figure manageriali da collocare nelle aziende confiscate”. Sempre Don Ciotti sostiene che: “il 30 per cento delle aziende confiscate sono bloccate da ipoteche bancarie, sono dati a livello nazionale- spiega - ma la maggior parte sono in Sicilia”. Adesso la battaglia di Don Ciotti si è allargata al Parlamento Europeo per chiedere la confisca dei beni anche nei paesi europei.

Articolo pubblicato il 01 aprile 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Mafia: a manager i beni confiscati - Beni ex mafia. Occorrono fino a otto anni per assegnarli.
    Tempi lunghi. Del totale dei beni confiscati, 2.137 sono quelli destinati (meno del 50% del totale). I tempi lunghi portano al deterioramento degli immobili o al fallimento delle aziende.
    Sprechi. Salvino Caputo ha denunziato lo sperpero di 750.000 € di fondi del Pon sicurezza e del Patto territoriale per la messa in sicurezza e la ristrutturazione della cantina Kaggio ancora non assegnata (01 aprile 2009)
  • Don Luigi Ciotti. Il 30% delle aziende bloccate da ipoteche bancarie - (01 aprile 2009)
  • LÂ’esempio positivo della Calcestruzzi ericina - Confiscata definitivamente al boss Vincenzo Virga nel giugno 2000. Beni assegnati alla cooperativa di lavoratori dell’azienda (01 aprile 2009)
  • I fondi per recuperare i beni confiscati alla mafia - 91 milioni di euro per il Pon Sicurezza 2007-2013, 20 mln per la Sicilia. Si può fare ricorso anche ai fondi regionali del Por (01 aprile 2009)


comments powered by Disqus