Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Collegamenti da e per le Isole minori. Scaricabarile tra Ars e Giunta regionale
di Rosario Battiato

Trasporti via mare cessati: deputati regionali accusano il Governo Lombardo, replica dell’assessore alla Mobilità. Vecchio: trovati i finanziamenti necessari, semmai è il Parlamento che deve darsi una mossa

Tags: Isole, Sicilia, Trasporto



PALERMO – Adesso si gioca allo scaricabarile. Il caso dei collegamenti marittimi con le Isole minori mette di fronte, l’uno contro l’altro armati, l’Assemblea regionale siciliana e la giunta di governo. Il blocco del finanziamento per i servizi di trasporto ha visto duellare verbalmente, nei giorni scorsi, protagonisti dell’Ars e assessori neonominati. Motivo? Nessuno vuole ammettere di avere la responsabilità di non aver garantito servizi essenziali per Favignana e Pantelleria, proprio nel pieno della stagione estiva. I sindaci sono sul piede di guerra.

Venerdì scorso hanno parlato il presidente e il vice presidente della commissione Attività produttive dell’Assemblea regionale siciliana, rispettivamente Salvino Caputo (Pdl) e Pino Apprendi (Pd), che hanno spiegato come a partire dal 20 luglio sarebbero cessati i servizi di trasporto via mare con navi Ro Ro da e per le Isole di Favignana e Pantelleria.

Ieri la commissione Bilancio dell’Ars è tornata a riunirsi, ma c’è la necessità – avvertivano Apprendi e Caputo – di un intervento della giunta regionale “per trovare i fondi necessari a ripristinare il servizio". A rischio i collegamenti via mare con le navi Ro Ro che garantiscono il trasporto dei rifiuti solidi urbani di merce pericolosa e dei beni di prima necessità.

A stretto giro la risposta del governo. “Il governo regionale – ha spiegato Andrea Vecchio, assessore regionale alle Infrastrutture e alla mobilità - ha fatto la sua parte, trovando i finanziamenti necessari ed inviando in commissione bilancio dell’Ars l’emendamento che avrebbe garantito di pagare le compagnie che effettuano i servizi di trasporto via mare di rifiuti, merce pericolosa e generi di prima necessità da e per le isole di Favignana e Pantelleria”. Secondo Vecchio il governo ha puntualmente “assolto puntualmente il compito e rispettando l’impegno con armatori e sindaci e chi, come Caputo, parla di irresponsabilità dell’esecutivo è in mala fede”. L’accusa, secondo Vecchio, sarebbe così da girare direttamente al mittente.

“Il blocco, - ha concluso l’assessore - semmai, va imputato al parlamento e ai suoi organi che non hanno saputo affrontare la questione con la dovuta attenzione e tempestività”. Per il futuro si attende una sistemazione complessiva del sistema dei collegamenti, anche perché i finanziamenti tampone, qualora dovessero giungere, non potranno durare per sempre.

Articolo pubblicato il 24 luglio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Andrea Vecchio
Andrea Vecchio