Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Rc Auto, con l’arrivo del microchip possibili sconti per i consumatori
di Michele Giuliano

Previsto nel Decreto Liberalizzazioni: prenderà il posto del contrassegno cartaceo. E' una contromisura contro le falsificazioni: in questo modo si prevede un abbattimento dei costi

Tags: Rc Auto, Sconti, Assicurazione, Microchip



PALERMO - Arrivano i tagliandi elettronici delle assicurazioni, novità che potrebbe far intravedere (anche se non a brevissimo termine) possibili vantaggi per il consumatore. In primis l’abbassamento del premio assicurativo. L’introduzione del Decreto Liberalizzazioni prevede, in campo assicurazione auto, la smaterializzazione del contrassegno Rc auto cartaceo a favore invece di nuovi microchip elettronici. 
 
Per capire cosa realmente potrebbe accadere con la digitalizzazione dell’assicurazione, bisogna innanzitutto pensare che il contrassegno cartaceo è facilmente falsificabile, anche attraverso semplici stampanti, e può venire acquistato sul mercato dei falsi per poche decine di euro. Questi rischi verranno invece ridotti al minimo con l’introduzione del microchip, che permetterà di effettuare rapidi controlli, inviando in automatico alla centrale di riferimento tutti i dati relativi alla polizza assicurativa. 
 
Ma cosa cambierà effettivamente per gli assicurati? Innanzitutto, per poter leggere il microchip, le vetture dovranno venir equipaggiate con un sistema di lettura delle smart card, o simili, tramite cui accedere ai dati sull’assicurazione, che verranno trasmessi via radio direttamente dalla centrale operativa delle compagnie assicurative. Al momento della sottoscrizione di una nuova polizza assicurativa, all’automobilista verrà consegnata una card in cui verranno memorizzati tutti i dati per la verifica della polizza assicurativa e quelli del veicolo. Attraverso la comunicazione via radio il dispositivo potrà confermare alla centrale operativa la validità della copertura assicurativa e l’avvenuto pagamento del premio, il cui rinnovo potrà essere versato comodamente da casa o tramite gli sportelli bancomat, mentre l’assicurazione si limiterà ad inviare il segnale di avvenuto rinnovo.
 
Si possqono inoltre ipotizzare altri possibili vantaggi futuri per gli assicurati: qualora infatti la smart card diventasse una vera e propria carta d’identità del veicolo, questa offrirebbe anche la possibilità di inserire ulteriori dati e avvisare il proprietario attraverso un sms di eventuali scadenze, revisioni o controlli. In futuro, dunque, la digitalizzazione delle polizze auto sarà completa: non solo si potrà richiedere il preventivo assicurazione on line e acquistare la polizza sul web, ma si potrà anche contare su un contrassegno virtuale e del tutto anti-frode. Ma soprattutto, cosa più importante, si dovrebbe contare su un risparmio per il cliente assicurato. Infatti la drastica riduzione delle falsificazioni dei tagliandi aumenterà l’introito delle compagnie assicurative che in questo modo avranno l’opportunità di potere far quadrare i propri conti senza la necessità di spalmare i mancati introiti con rincari a pioggia vessando quindi chi già è assicurato. 
 
Scenario che quest’anno si è rivisto in Sicilia per vari fattori: ci sono stati aumenti del 20 per cento in media a causa di rincari applicati dalle compagnie e per l’aumento di Iva e imposta provinciale. Solo nell’Isola ben 5 Province hanno portato al massimo consentito (16 per cento) la tassa di riferimento. 

Articolo pubblicato il 28 luglio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus