Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ritardi e cancellazioni di voli quali i diritti dei consumatori
di Michele Giuliano

L’Aduc ha realizzato un vademecum nel quale sono stabiliti tutti i rimborsi previsti per i passeggeri

Tags: Voli, Cancellazione, Diritti



PALERMO - Tutto programmato per la vacanza dei sogni. Biglietto prenotato da mesi, albergo di gran classe e permessi per ferie da lavoro. Insomma, si è pensato anche ai minimi dettagli. Ma c’è qualcosa di imponderabile che può “drammaticamente” cambiare tutto. Sono la bestia nera dei viaggiatori, quella che fa irritare e non consente una programmazione razionale delle nostre attività.

Stiamo parlando dei ritardi, che in questo periodo affliggono i turisti in partenza per le vacanze. Abbiamo orologi che spaccano il secondo che non servono se tutto quello che ci circonda si muove al ritmo delle ore. Ecco che quindi è bene sapere che il viaggiatore in questi casi è danneggiato e può chiedere una sorta di rimborso o servizi aggiuntivi che lo garantiscano da parte della compagnia che ha causato questi ritardi.

L’Aduc ha stilato in questi giorni una sorta di vademecum in cui parla proprio degli “indennizzi” che sono, ovviamente, in relazione alla durata del ritardo. Vediamo i vari casi.
Il passeggero ha diritto a pasti e bevande e a effettuare gratuitamente due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o posta elettronica, se il volo sarà ritardato, rispetto all’orario di partenza previsto: di due o più ore per tutte le tratte aeree pari o inferiori a 1.500 chilometri; di tre o più ore per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1.500 chilometri e per tutte le altre tratte aeree comprese tra 1.500 e 3.500 chilometri; di quattro o più ore per tutte le altre tratte aeree.
Per i ritardi pari o superiore alle tre ore è previsto un indennizzo, quindi una sorta di risarcimento per danni economici e morali, di: 250 euro per voli inferiori a 1.500 chilometri; 400 euro per voli compresi fra 1.500 e 3.500 chilometri; si arriva a 600 euro per voli superiori a 3.500 chilometri.

“Qualora l’orario di partenza – rileva l’Aduc - è rinviato di un giorno il passeggero ha diritto anche al pernottamento in albergo. Inoltre, nel caso in cui il ritardo è di almeno 5 ore il viaggiatore ha diritto al rimborso del biglietto. Quest’ultimo caso è quello che rende particolarmente nervosi perché dopo aver aspettato 5 ore, avere solo il rimborso del biglietto, senza indennizzo economico, ci pare vessatorio. Comunque resta la facoltà del passeggero di rivolgersi all’Autorità giudiziaria nel caso in cui subisse un danno, come per esempio un affare non concluso, dovuto al ritardo del volo”.
Quest’ultimo caso comunque è genericamente collegato quindi a quei voli prenotati per scopi lavorativi. Se si rientra in tale casistica allora la situazione cambia da situazione a situazione, e dunque deve subentrare in giudice per mettere d’accordo le due parti e stabilire l’ammontare del danno subito. Recentemente diversi sono stati i ritardi di partenze o addirittura le cancellazioni di voli negli aeroporti di Palermo e Catania in particolare. Ad essere coinvolta molto più spesso la compagnia Wind Jet che è stata oggetto in questi giorni di continue lamentele e bersagliata da polemiche per i tanti disagi creati ai viaggiatori.
 

PALERMO - Le associazioni di categoria si stanno mobilitando a garanzia dei consumatori. Proprio in questi giorni il coordinatore regionale di Acu (Associazione consumatori utenti), Salvo D’Angelo, ha dato disposizione alle proprie sedi provinciali in tutto il territorio siciliano di attivare tutte le procedure affinché venga risarcito il danno ai passeggeri dei voli Wind Jet costretti ad aspettare ore negli aeroporti d’Italia. “Le nostre strutture periferiche si stanno organizzando per attivare le procedure anche on line. L’appello ai passeggeri scaturisce da un ritardo eccessivo per cancellazione di voli o ritardi sicuramente non imputabili alle condizioni meteorologiche. Continuiamo ad assistere - conclude D’Angelo - anche on line, all’indirizzo acusicilia@acu.it, consentendo ai consumatori di ottenere un risarcimento per il danno subito”.
L’unica certezza riguardo agli ultimi problemi dei voli Wind Jet in Sicilia è che la compagnia nell’ultimo periodo sta cancellando diversi voli, creando notevoli disagi non solo ai viaggiatori ma anche alle strutture a cui si appoggia.
 

Articolo pubblicato il 07 agosto 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus