Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Dall’Ue 3 milioni di euro per aiutare i giovani a trovare un impiego
di Antonio La Ferrara

Un nuovo piano finalizzato alla mobilità lavorativa che rientra nell’iniziativa “Youth on the Move”. Questo l’obiettivo dell’azione preparatoria dal titolo “Your first eures job”
 

Tags: Unione Europea, Lavoro, Giovani



Aiutare 5.000 giovani a trovare un impiego all’interno dell’Ue: è questo l’obiettivo dell’azione preparatoria “your first eures job” , nell’ambito del Programma Occupazione, Affari Sociali e Pari Opportunità della Commissione europea.
Il mercato lavorativo per i giovani nell’Ue continua a manifestare sviluppi preoccupanti : la disoccupazione giovanile è doppia rispetto alla quota dell’intera popolazione lavoratrice e quasi tripla rispetto alla quota di popolazione attiva. "Your First Eures Job" è un nuovo piano finalizzato alla mobilità lavorativa lanciato nell’anno 2012, che rientra tra gli interventi dell’iniziativa prioritaria Youth on the Move ( Gioventù in movimento ) della strategia Europa 2020 e dell’iniziativa “opportunità per i giovani”.

L’obiettivo principale è aiutare 5.000 giovani a trovare un impiego all’interno dell’Ue.
“ Your First Eures Job” è uno strumento per l’impiego dedicato ai giovani fra i 18 e 30 anni , alle imprese e altre organizzazioni ed è volto ad aiutare i giovani a trovare lavoro in qualunque stato membro e a sostenere i datori di lavoro che assumono dall’esterno del loro paese di appartenenza, attraverso un flusso di informazioni, job matching, reclutamento e supporto finanziario.

Oltre a contribuire alla libertà di movimento dei lavoratori all’interno dell’Ue, il piano aspira ad essere uno strumento di intervento nel mercato del lavoro che aiuti a riempire le mancanze di collegamento fra offerte di lavoro e necessità economiche.
La realizzazione dei servizi previsti da questo piano è attuata tramite servizi per l’impiego e altre organizzazioni appartenenti al mercato del lavoro.

Per quanto riguarda gli obiettivi, le priorità essenziali sono, da una parte, riempire la mancanza di forza lavoro giovanile disponibile a livello europeo e, dall’altra, favorire l’impiego giovanile attraverso la mobilità lavorativa attraverso i 27 Stati membri; altri obiettivi dell’azione preparatoria sono:
- permettere ai giovani di usufruire di maggiori opportunità di lavoro in tutta Europa, contribuire al miglioramento delle funzioni del mercato lavorativo dell’Ue e raggiungere l’obiettivo lavorativo della Strategia Europa 2020;
- contribuire all’ottenimento degli obiettivi dell’iniziativa “ Youth on the Move “ e “ Youth Opportunities
Iniziative”, con attenzione alla mobilità lavorativa giovanile in Europa;
- rafforzare il ruolo svolto dalla rete EURES per promuovere e sostenere la mobilità all’interno dell’UE e la lotta alla disoccupazione
I progetti proposti da organizzazioni richiedenti dovranno possedere una significativa dimensione europea, le modalità relative al reclutamento , job matching, sistemazione lavorativa previste da ogni progetto e dovranno riguardare almeno tre Stati membri.
Questo si potrà ottenere :
- usando il network di agenzie e filiali per le organizzazioni richiedenti
- lavorando in associazione con altri networks europei in relazione agli obiettivi di questo bando e dove le organizzazioni richiedenti possano già essere partecipanti.
- realizzando una combinazione delle modalità precedentemente esposte.

Ove possibile, le informazioni devono essere fornite nelle lingue dei Paesi coinvolti nel progetto; i progetti selezionati da questo bando dovranno aiutare e finanziare giovani europei in cerca di lavoro di mobilità (18-30 anni) nella ricerca del lavoro e nel trasferimento in un altro stato membro e datori di lavoro ( SMEs, piccole e medie imprese ) coprendo parte dei costi derivanti dal programma di integrazione per i loro giovani lavoratori appena assunti.

Per essere eleggibili , le organizzazioni richiedenti dovranno essere legalmente riconosciute in uno dei 27 stati membri, essere organizzazioni profit o no profit per l’impiego nel settore pubblico, privato o terziario, il cui ruolo nel fornire servizi generali a chi cerca lavoro, a chi cambia lavoro e alle imprese preveda una varietà di occupazioni e lavori in diversi settori economici ed infine prevedere una significativa dimensione europea per il proprio progetto, attraverso le informazioni e i servizi all’utenza, in almeno tre diversi Stati europei.

Il finanziamento totale disponibile è di euro 3.250.000 euro; la contribuzione dell’Ue non supererà il 95% del totale dei costi eleggibili dei quali un minimo dell’80% sarà destinato a finanziare i giovani lavoratori e PMI. La quota massima sarà approssimativamente di un milione per ogni beneficiario.
 

 
Termine ultimo per presentare domanda è il 20 settembre 2012

I progetti dovranno essere interamente realizzati all'interno degli Stati Membri, conformarsi alle norme dell'Ue in materia di co-finanziamento e garantire una copertura finanziaria pari al 5% del totale dei costi eleggibili. Inoltre dovranno dimostrare che le attività proposte non sono state doppiamente finanziate da 2 diverse fonti di finanziamento europeo .
Il bando può finanziare da 3 a 6 progetti . La durata massima dei progetti sarà di 12 mesi.
Le domande dovranno essere presentate elettronicamente alla Commissione attraverso il sistema elettronico SWIM e per posta in tre copie ( 1 originale e 2 copie ), entro e non oltre la data di scadenza, agli indirizzi indicati nella call.
Per ottenere maggiori informazioni è possibile inviare le domande all'indirizzo email empl-vp-2012-006@ec.europa.eu
Il termine ultimo per presentare i progetti è il giorno 20 settembre 2012.

Articolo pubblicato il 10 agosto 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus