Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

A settembre assicurato il posto fisso per 1.300 precari della scuola siciliana
di Liliana Rosano

Si corona il sogno degli insegnanti, ma anche di 1.213 presidi. In totale 21.011 cattedere da assegnare nell’Isola. Individuati per metà dalle graduatorie provinciali, per metà dagli ultimi tre concorsi

Tags: Assunzioni, Precari



PALERMO - Saranno 1300 gli insegnanti precari in Sicilia che a settembre, dopo anni di precariato, vedranno coronare il sogno del posto fisso. Il ministero dell’Istruzione ha deciso di immettere in ruolo  poco più di 21 mila i precari della scuola in tutta Italia.  A questi ultimi si aggiungo anche 1.213 neodirigenti scolastici reclutati con l’ultimo concorso, ma soltanto nelle regioni dove l’intera procedura è stata ultimata.
Delle 21.011 cattedre che provveditorati e uffici scolastici regionali assegneranno ad agosto, 1.493 andranno ai maestri di scuola dell’infanzia, 3.718 a quelli di scuola primaria, 8.245 ai professori di scuola media e 5.416 ai colleghi delle scuole superiori. In più, viale Trastevere ha deciso di immettere in ruolo 1.991 docenti di sostegno e 148 educatori presso i convitti nazionali  gli educandati.
 
I nuovi assunti verranno individuati per metà del contingente dalle graduatorie provinciali dei precari (graduatorie ad esaurimento) e per l’altra metà dalle graduatorie degli ultimi concorsi a cattedre del 1990, 1995 e 1999. Se queste ultime fossero esaurite i posti rimanenti verranno assegnati ai precari delle liste provinciali. Per il contingente di assunzioni del personale Ata (amministrativi, tecnici e ausiliari) occorrerà attendere ancora qualche settimana, perché il trasferimento forzoso nei ruoli del personale non docente degli insegnanti inidonei e degli assistenti tecnico-pratici stabilito dalla spending review, varata martedi scorso con la fiducia, potrebbe saturare i posti resisi vacanti per i pensionamenti. Nell’Isola l’immissione in ruolo nelle varie province è cosi distribuita: a Palermo in totale saranno 302 a firmare un contratto a tempo indeterminato, a Catania 252, 151 a Siracusa e 118 ad Agrigento, 130 a Messina, 89 a Caltanissetta e 59 ad Enna. Infine a Trapani entreranno di ruolo 96 docenti e a Ragusa 103.
 
Per Mimmo Pantaleo, segretario generale della Flc Cgil, “è sicuramente un risultato importante aver ottenuto le immissioni in ruolo di oltre 21 mila docenti” rese possibili, secondo la Cgil, “dall’ampio contenzioso legale messi in campo anche dalla Flc Cgil sono stati determinanti per superare le resistenze nello stesso governo”. 

Articolo pubblicato il 14 agosto 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus