Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

I dati: da gennaio 2009 circa 2500 accertamenti
di Luca Insalaco



PALERMO – A del problema è il nucleo Veicoli abbandonati e controllo gas di scarico del Reparto Mosic della Polizia municipale, il cui dirigente responsabile è il vice-comandante Serafino Di Peri. Istituito nel 2001, il nucleo è attualmente composto da 14 agenti, guidati dai commissari Alba e Tripiciano. Sono in media 5mila le vetture “attenzionate” ogni anno. Da gennaio a giugno del 2009 sono stati compiuti 2500 sopralluoghi, stilato 1700 verbali per veicoli abbandonati e avviato, per 40 veicoli risultati rubati, il procedimento penale e l’iter per la restituzione al legittimo proprietario. Nei primi sei mesi dell’anno, sono circa 300 i veicoli e le carcasse già rottamate, 500 i veicoli per i quali la procedura è già stata definita e ora in attesa di essere prelevati e rottamati da una ditta specializzata che opera per conto di Amia. “Molte persone – spiega il commissario Giovanna Tripiciano - pensano che togliendo le targhe, possano abbandonare i veicoli dove capita”.

Articolo pubblicato il 04 agosto 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Un enorme cimitero di auto abbandonate che si estende lungo i confini della città -
    Degrado. L’immagine del capoluogo in ginocchio per l’incuria.
    Verifiche. Sul veicolo vengono posti degli appositi cartelli della Polizia municipale, ma prima che questo possa essere rimosso occorre seguire dei complessi passaggi burocratici.
    Deposito mancante. In città non c’è un centro di raccolta autorizzato presso il quale far decorrere i tempi previsti dalla legge, secondo il Decreto ministeriale 22 ottobre 1999, n.460
    (04 agosto 2009)
  • I dati: da gennaio 2009 circa 2500 accertamenti - (04 agosto 2009)


comments powered by Disqus