Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il lato oscuro delle partecipate
di Roberto Quartarone

Sprechi. Partecipate regionali, più perdite che altro.
54 totali. 34 le società cui la Regione partecipa direttamente, tra cui sette al cento per cento. A queste si sommano le 20 controllate indirettamente per un totale di 54. 
“Palude senza fondo, che assorbe, senza l’argine di efficaci controlli, i soldi degli ignari contribuenti, foraggiando una pletora di amministratori, di controllori e di consulenti” afferma Coppola
 
 

Tags: Società Partecipate, Sprechi, Corte Dei Conti Sicilia



Le partecipazioni societarie della Regione Siciliana sono una delle cause più gravi del “deterioramento dei conti regionali”, come scrive la Corte dei Conti Sicilia, insieme ai problemi di liquidità, alla questione dei residui attivi, al costo del personale, alla spesa sanitaria e ai ritardi nella spesa dei fondi comunitari.
Esagerato il numero dei dipendenti, superiore a 7000, che costano oltre 220 milioni di euro l’anno. 
La Corte dei Conti Sicilia, sezione di controllo, ha espresso la preoccupazione che il piano di riordino, pensato dal Governo, si trasformi in un esodo generalizzato del personale dalle società dismesse in altri enti, senza una selezione delle professionalità, e facendo permanere la spesa per le retribuzioni a gravare sulla Regione, che, fatto grave, nasconde i dati delle 20 partecipazioni indirette e di 6 delle 34 società controllate direttamente. (continua)

Articolo pubblicato il 15 agosto 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus