Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twittergoogle qds rss qds

Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Direttore Carlo Alberto Tregua



Credito d’imposta, il 17 settembre si parte
di Dario Raffaele

Sulla Gazzetta ufficiale del 27 luglio scorso l’avviso pubblico con le istruzioni per ottenere il bonus assunzioni. I datori di lavoro dovranno presentare le istanze esclusivamente attraverso procedura informatica

Tags: Assunzioni, Sicilia



CATANIA - È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 30 del 27 luglio, l’avviso pubblico relativo al credito d’imposta in attuazione di quanto previsto dalla Legge 12 luglio 2011 n. 106.
A disposizione per la Sicilia 65 milioni di euro. Il beneficio consiste in un bonus fiscale spettante nella misura del 50% dei costi salariali sostenuti, da utilizzare in compensazione, nei 12 mesi successivi all’assunzione, in caso di lavoratore svantaggiato o nei 24 mesi successivi, in caso di lavoratore molto svantaggiato.
Abbiamo già spiegato abbondantemente negli articoli pubblicati nell’ultimo mese, in cosa consiste la misura. Ci soffermiamo ora sulle modalità di presentazione delle domande di aiuto, ricordando che tutta la documentazione è disponibile sul sito dell’assessorato regionale al Lavoro all’indirizzo http://www.regione.sicilia.it/lavoro nonché all’indirizzo http://www.sicilia-fse.it.

La presentazione della domanda

1) L’istanza ed i relativi allegati, per la concessione dei benefici potranno essere presentati a partire dal 17 settembre 2012 e sino al 31 ottobre 2012, relativamente alla prima tranche di finanziamento (quella per le assunzioni effettuate tra il 14 maggio 2011 e il 1° giugno 2012).
2) Gli interessati potranno avvalersi di specifica procedura informatica - quale unica modalità per la presentazione dell’istanza e relativa documentazione - che sarà attiva a far data dal 12 settembre 2012 e raggiungibile con apposito link dal portale della Regione siciliana all’indirizzo http://www.regione.sicilia.it/lavoro in una sezione dedicata all’avviso per il Credito d’imposta.

I documenti da presentare

I datori di lavoro interessati dovranno presentare la seguente documentazione:
1) istanza firmata digitalmente dal datore di lavoro o da un soggetto abilitato ai sensi della Legge n. 12 dell’11 gennaio 1979, a seguito di sottoscrizione da parte del datore di lavoro di una procura speciale (è possibile scaricare l’allegato 1 dal sito dell’Assessorato);
2) scheda tecnica “Richiesta concessione beneficio” firmata digitalmente dal datore di lavoro o dal soggetto abilitato (allegato n. 2 sul sito dell’Assessorato);
3) scheda tecnica di “Asservamento” firmata digitalmente da un soggetto abilitato ai sensi della legge n. 12/79, oppure dallo stesso datore di lavoro solo nel caso in cui lo stesso sia un professionista abilitato ad asseverare i requisiti dei lavoratori. In questo caso dovrà autodichiarare i termini di iscrizione all’albo professionale (allegato n. 3 sul sito dell’Assessorato);
4) dichiarazione firmata digitalmente attestante l’incremento netto del numero di dipendenti a tempo indeterminato mediamente occupati nei 12 mesi precedenti alla data di assunzione (allegato n. 4 sul sito dell’Assessorato);
5) procura speciale (in forma pubblica o scrittura privata autenticata) dalla quale si evinca il mandato a operare in nome e per conto, solo in caso di integrale presentazione dell’istanza da parte di un professionista abilitato.

I datori di lavoro dovranno, altresì, dichiarare:
- che le agevolazioni richieste con l’istanza di accesso rispettano i massimali d’intensità di aiuto previsti dal regolamento Ce n. 800/2008 e quindi il credito d’imposta richiesto è stato calcolato per ciascun lavoratore assunto nel periodo tra il 14 maggio 2011 e 1 giugno 2012 (prima tranche di finanziamento) e tra il 2 giugno 2012 e 13 maggio 2013 (seconda tranche di finanziamento);
- l’iscrizione alla CCIAA (ove previsto), la matricola Inps ai fini della verifica del documento economico unico di regolarità contributiva (Durc), la Prefettura competente ai fini dell’eventuale richiesta della certificazione antimafia.

L’indirizzo Pec a cui presentare l’istanza

L’istanza sottoscritta con firma digitale andrà presentata , tramite Posta elettronica certificata (Pec), al Dipartimento regionale del Lavoro, dell’impiego, dell’orientamento, dei servizi e delle attività formative, all’indirizzo creditoimposta.pec@certmail.regione.sicilia.it e dovrà riportare nell’oggetto la dicitura: “Istanza n. ....... Avviso pubblico n. 1 del 25/07/2012”.

Contestualmente alla presentazione dell’istanza, il datore di lavoro dovrà dimostrare di aver assolto l’imposta di bollo pari complessivamente a € 29,24, inserendo nell’apposito spazio previsto nel modulo di domanda gli estremi del pagamento (bonifico, F23 o versamento).
A seguito di creazione dell’istanza verrà rilasciato un numero di pratica in automatico associato univocamente alla stessa.
Naturalmente, ai fini dell’invio dell’istanza, i soggetti interessati dovranno disporre di una propria casella di Posta elettronica certificata quale indirizzo ufficiale per l’inoltro e la ricezione degli atti e della corrispondenza relativi all’iter di concessione delle agevolazioni. I soggetti dovranno avere anche un kit di firma digitale conforme a quanto previsto dal Cnipa.

Verifica dei requisiti e graduatoria

Il Servizio VIII “Iniziative per l’occupazione, l’orientamento, tirocini formativi, apprendistato” che effettua l’istruttoria di ammissibilità delle istanze, entro 30 giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle istanze (entro il 30 novembre 2012) esaminerà la documentazione presentata e procederà a definire l’elenco dei soggetti ammessi a beneficio seguendo il criterio cronologico di presentazione assegnato dal sistema di Posta elettronica certificata, fino a concorrenza dello stanziamento di fondi disponibili. La graduatoria sarà pubblicata sul sito dell’Assessorato e sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana.

Modalità di erogazione del beneficio

Il beneficio verrà concesso con la modalità della compensazione ai sensi dell’art. 17 del decreto legislativo n. 241/97, a far data dalla comunicazione dell’accoglimento dell’istanza ed entro due anni dalla data di assunzione. Il credito d’imposta è indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta nel corso del quale è concesso.
Le compensazioni vanno effettuate utilizzando il modello di pagamento “F24” indicando il codice tributo che sarà comunicato da parte dell’Agenzia delle Entrate prima della pubblicazione degli elenchi dei soggetti ammessi a beneficio.
I datori di lavoro ammessi a beneficio dovranno trasmettere tramite Posta elettronica certificata (Pec) al Dipartimento regionale del lavoro all’indirizzo creditoimposta.pec@regione.sicilia.it.

 

Articolo pubblicato il 28 agosto 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

RSS© 2001 Ediservice S.r.l. - P.I. 01153210875 - Tutti i diritti riservati / Coordinamento e aggiornamento Blu Media / Realizzazione Francesco Grasso / Grafica Neri & Dodè / Hosting Impronte digitali