Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Case popolari: paga uno su dieci
di Melania Tanteri

Sprechi. Locazioni “a perdere” nelle case degli Iacp.
Palermo e Catania. Nel capoluogo si registra un’evasione che oscilla tra il 70 e il 90 per cento. Sotto l’Etna il “non riscosso” è del 40 per cento e in denaro equivale a circa 20 milioni di euro.
Molti indigenti. Cannarella (coordinatore direttori Iacp): “C’è chi non può davvero pagare e in questo caso a farsene carico dovrebbero essere i Comuni, attraverso i Servizi sociali”.

Tags: Iacp, Case Popolari, Marco Cannarella



PALERMO - La gestione degli alloggi popolari da parte dell’Istituto autonomo case popolari, in Sicilia, da anni risente di una zavorra che gli impedisce di effettuare qualsiasi azione nei confronti del patrimonio abitativo, non solo la realizzazione di nuovi alloggi, ma anche un semplice lavoro di manutenzione.
La morosità da parte degli inquilini assegnatari, infatti, rappresenta una vera e propria piaga che impedisce investimenti e la realizzazione di nuove abitazioni. Una cifra che, in tutta l’Isola, ammonterebbe a oltre 150 milioni di euro, ma che non sembra sia facile recuperare, anche per le implicazioni sociali che azioni forti potrebbero portare, dato che gran parte del non riscosso proviene da inquilini con forte disagio economico. Senza contare le migliaia di occupazioni abusive degli alloggi. (continua)

Articolo pubblicato il 31 agosto 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus