Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Rosario Crocetta in recupero e i Forconi avanzano
di Andrea Carlino

Del 17 e 18 settembre la IV rilevazione Datamonitor sulle intenzioni di voto. Tra i partiti avanti il Pd (20%) su Pdl (18%) e Pds (12%)

Tags: Rosario Crocetta, Claudio Fava, Gianfranco Miccichè, Elezioni



PALERMO - La quarta rilevazione realizzata da Datamonitor per BlogSicilia.it sull’elezione del governatore della Regione Siciliana e per il rinnovo dell’Assemblea regionale siciliana certifica il recupero di Rosario Crocetta su Nello Musumeci. Il candidato di Pd e Udc risale, rispetto al sondaggio di una settimana fa, di un punto percentuale, passando dal 28% al 29%, mentre il candidato del Pdl, Cantiere Popolare e per la Destra, scende di mezzo punto percentuale passando dal 30% al 29,5%.
Scende, nella rilevazione Datamonitor, l’intenzione di voto per Gianfranco Miccichè: il candidato di Grande Sud, Partito dei siciliani e Fli, che mantiene la terza posizione nella “classifica” dei presidenti in corsa ma con un -2%, passando dal 20 al 18% dei favori degli elettori.

Cresce invece Claudio Fava, che passa dal 10 al 11,5%. Perde Giancarlo Cancelleri del Movimento 5 Stelle che cede un punto percentuale passando dall’8 al 7% dei consensi. Tra i candidati minori sale Mariano Ferro dei Forconi dall’1% al 2,2%. Cateno De Luca del Movimento Rivoluzione siciliana ottiene il 2% dei voti fra gli elettori siciliani, intervistati da Datamonitor. Infine Davide Giacalone del Movimento LeAli alla Sicilia scende dall’1 allo 0,8% dei consensi.

Tra le liste per il rinnovo dell’Ars, le intenzioni di voto rilevate dal sondaggio di Datamonitor ribaltano i risultati delle elezioni per il presidente: il primo partito è il Pd con il 20% dei consensi guadagnando due punti; mentre il Pdl passa dal 20 al 18% di questa quarta rilevazione. Dopo troviamo il Pds (ex Mpa) con il 12% (in aumento di mezzo punto percentuale rispetto alla precedente rilevazione). A seguire l’Udc che guadagna un punto passando all’11%. Il Movimento 5 Stelle conquista il 7%. Grande Sud, il partito fondato da Miccichè, cede un 1%, passando dal 6,5% al 5,5%.

La Destra passa al 5%, mentre rimangono invariati i risultati di Pid e Fli, al 4 e al 2%. Cede di mezzo punto percentuale anche Sel, che raggiunge il 4%, appaiato con l’Idv stabile al 4%. Rivoluzione Siciliana di Cateno De Luca conquista il 2%. Sotto il 2% tutti gli altri partiti: Federazione della sinistra all’1,5%; Verdi allo 0,5%; Forconi all’1,5; LeAli alla Sicilia all’1%. Astensionisti o indecisi nel voto ai partiti crescono e raggiungono quasi il 46%.
Il sondaggio è stato realizzato in due giorni, il 17 e 18 settembre, e segue tre rilevazioni già effettuate per BlogSicilia.it da Datamonitor

Andrea Carlino
Twitter: @acarlino85

Articolo pubblicato il 21 settembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus