Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Pd, direzione regionale convocata per lunedì prossimo
di Raffaella Pessina

I Democratici alla ricerca dell’unità che hanno perduto da tempo nell’Isola. Ance Sicilia: “La politica non pensi solo alla campagna elettorale”

Tags: Giuseppe Lupo, Elezioni, Pd, Nello Musumeci



PALERMO - Si terrà lunedì prossimo la direzione regionale del Partito Democratico sulle elezioni regionali. La riunione è stata convocata a Palermo dal segretario regionale del Pd, Giuseppe Lupo. L’assise, che è riservata esclusivamente ai componenti, si aprirà con la relazione del segretario ed avrà all’ordine del giorno proprio le prossime elezioni regionali. è molto probabile che in quell’occasione il partito cerchi di trovare quella unità al suo interno già da diverso tempo perduta. Ricordiamo infatti che nel Pd vi sono due anime: quella che non è disponibile alle larghe intese e quella che invece stringerebbe volentieri alleanze varie per aumentare le probabilità di andare al governo della Regione.

Intanto insiste sulla presentazione di liste pulite il candidato presidente, sostenuto dal centrodestra, Nello Musumeci, che ha dichiarato: “In questa campagna elettorale si vince soprattutto con la credibilità del candidato, come dimostra il sondaggio di Demopolis, secondo cui il 57 per cento dei siciliani voterà il candidato a prescindere dalle appartenenze”. Ed ha aggiunto di non temere il suo avversario della sinistra. “Rosario Crocetta - ha detto - ha una visione della vita diametralmente opposta alla mia. Ho grande rispetto per lui, ma non lo temo perché temo soltanto il giudizio della gente”. Musumeci ha espresso pensieri anche nei confronti di un altro candidato presidente, Gianfranco Miccichè, leader di Grande Sud: “La storia personale e politica di Miccichè è nata e maturata nel centrodestra, mi sembra fuori luogo una scelta centrista per altro con forze che si sono intestate gravi responsabilità di governo”.

Ricordiamo che Nello Musumeci è sostenuto da Pdl, Pid, La Destra e Udeur, Rosario Crocetta da Pd, Udc e Api e Gianfranco Miccichè, da Grande Sud, Pds-Mpa, Mps e Fli. Di fatto, il grande fantasma che i candidati dovranno combattere sarà l’assenteismo perchè i programmi lasciano in ogni caso perplessità e disillusione e la situazione economica siciliana non fa ben sperare in una forte partecipazione dei cittadini a questa consultazione elettorale, nonostante il voto sia un diritto del popolo, ma anche un dovere.

Critiche ai politici intanto arrivano dall’Ance Sicilia l’ente dei costruttori siciliani: “La politica non pensi solo alla campagna elettorale e a garantirsi i bacini di consensi clientelari e assistenziali - è scritto in una nota - e ci dia subito risposte. Se entro pochi giorni non sapremo quando la Regione sarà in grado di sbloccare i nostri crediti, chiederemo ai sindacati di scendere in campo con noi per chiedere con urgenza un incontro diretto col premier Mario Monti e col ministro dell’Economia Vittorio Grilli. A breve - prosegue la nota - falliranno centinaia di imprese edili e saranno licenziati migliaia di dipendenti, se il governo regionale non riuscirà ad ottenere in tempi celeri da quello nazionale l’esenzione dei fondi Fas dal Patto di stabilità, al fine di sbloccare i pagamenti per opere eseguite che, altrimenti, saranno postergati al prossimo anno”.

Articolo pubblicato il 21 settembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Giuseppe Lupo
Giuseppe Lupo