Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Lisbona, perla sull’Atlantico, Mykonos, tragressiva e modaiola, Ortigia, mix d’antichità e modernità
di Nicoletta Fontana

Natura e elementi artificiali si fondono in un’atmosfera magica. Tre mete perfette per trascorrere un week end rilassante

Tags: Lisbona, Ortigia, Mykonos



Lisbona

Prima di tuffarvi nel frenetico tran-tran lavorativo vi resta ancora qualche weekend per concedervi l’ultimo sole d’estate.
Sulla costa portoghese a soli 140 metri dal mare, Cabo de Roca è un luogo che fu definito dal poeta Luìs Vaz de Camões “Qui... dove la terra finisce e il mare comincia” è un posto unico, magico e dal fascino sospeso nel tempo.
Un mare sferzato dal vento attira surfisti di ogni dove e il Parco Naturale della Sintra/Cascais, Patrimonio mondiale dell’Umanità, fa approdare vacanzieri amanti della natura, che potranno ammirare al suo interno varie specie animali come cormorani, volpi, falchi pellegrini e rapaci notturni. Dalle alte e maestose scogliere, fa da capolino il faro, che risale al diciottesimo secolo, come a guardia delle forti onde dell’oceano Atlantico che vi si infrange da sempre. Prima di partire un salto all’ufficio postale, dove vi verrà rilasciata la pergamena con l’immagine del Cabo, sigillata con la ceralacca a testimonianza della visita di questo luogo fuori dal tempo.

Mykonos

Nelle isole cicladi l’estate non è ancora finita e la trasgressiva e modaiola Mykonos, liberata dai festaioli di agosto invita il turista settembrino a scoprirne in tutta tranquillità le bellezze naturali e storiche. Mykonos è l’isola più rappresentativa della Grecia perché contempla reperti archeologici, con un mare cristallino e spiagge stupende. E’ bello attraversare i piccoli vicoli intrecciati, per poter ammirare le bianche casette dagli infissi colorati che si mescolano alle chiese dalle cappelle, che vanno da un azzurro splendente fino al verde al rosso. Le balaustre di diversi colori si scagliano sul bianco delle abitazioni creando un’atmosfera magica e unica. I templi di Apollo e Artemide lungo la via sacra della città antica sulla costa occidentale dell’isola si potranno raggiungere con un battello per l’antica Delos, che parte ogni giorno dalle 8:30 del mattino. Ano Mera è il secondo centro urbano, ed è caratterizzato dai suoi tetti rossi e custodisce al suo interno il Monastero di Palekastro della fine del XII secolo. Davanti a un tramonto che solo quest’isola sa regalare alla vista, i ristoranti di Mykonos donano al visitatore un omaggio anche per il palato, per la grande varietà di pesce locale e verdura, cucinati secondo la tradizione locale greca.

Ortigia: l’isola costituisce la parte più antica di Siracusa

Senza andare troppo lontano e rimanendo in Sicilia, vi tufferete nel barocco di Ortigia prima dell’ultimo bagno d’estate. Pit stop obbligato al Duomo, che è stato costruito nel V secolo a.C., e poi di seguito al Tempio di Atena, un salto al Fonte Aretusa, al Palazzo Beneventano, alla Fontana di Artemide prima di inoltrarvi nelle vie della giudecca, l’ex quartiere ghetto ebraico. Una scorta di cibo al mercato di Ortigia, dietro il Tempio di Apollo, per fare cambusa in attesa di salpare per le acque cristalline che avvolgono questo tratto di costa. Con zaini carichi di frutta pomodorini locali, e arancine appena fritte, sarete pronti a salpare, affittando una piccola imbarcazione alla marina del porto, per il Plemmirio, l’ampia area protetta, passando dalla Fanusa fino al tratto sabbioso dell’Arenella. Il colore turchese del mare, le rocce bianche e le distese di sabbia faranno dimenticare che l’autunno è alle porte. Poche miglia più in là località di Fontane Bianche, famosa per essere il centro del divertimento, si posa in un golfo naturale, che racchiude una spiaggia di sabbia chiara da cui sgorgano le sorgenti di acqua dolce, che danno il nome a questo luogo magico.
Aspettando il sole rosso che si tuffa nel mare sarete pronti, dopo una bella doccia ristoratrice, per degustare i tagliolini al nero di seppia ai ricci appena pescati, del mitico ristorante l’Ancora. Una meta da non perdere!!!

Articolo pubblicato il 14 settembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Lisbona
Lisbona
Mykonos
Mykonos
Ortigia
Ortigia