Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Riscossione, Comuni nel pallone
di Antonio Leo

Affidare il servizio ai dipartimenti, evitando rischiose esternalizzazioni e la costituzione di società mangiasoldi. Il servizio passa in gestione agli Enti locali dopo l’uscita di scena di Equitalia

Tags: Equitalia, Enti Locali



PALERMO – Scatta il conto alla rovescia per i Comuni, che dal 1° gennaio 2013 dovranno abbandonare per legge il gestore Equitalia o Riscossione Sicilia; ma la stragrande maggioranza di essi ancora non ha preso alcuna decisione su quale strada intraprendere per incassare i tributi.
La via dell’internalizzazione dell’attività di riscossione - a dispetto delle altre due possibilità, ovvero l’affidamento esterno o la costituzione di una società di diritto privato in house - appare senza dubbio la più efficiente, perché permetterebbe di utilizzare a costo zero i numerosi dipendenti che si annidano nelle elefantiache macchine amministrative comunali.
In questi tre mesi i sindaci dovrebbero quindi abbandonare l’idea di creare nuovi e inutili carrozzoni, o costosi Consigli di amministrazione, e valorizzare il proprio personale. (continua)

Articolo pubblicato il 25 settembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus