Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Palermo - A Monreale netturbini ancora senza stipendi, cresce il rischio igienico-sanitario
di Andrea Uzzo

Il sindaco Di Matteo, accusato di mancato controllo, chiede l’immediato intervento della Regione. Somme bloccate, piena emergenza a Monreale e nei comuni dell’Ato Pa 2

Tags: Monreale, Rifiuti, Filippo Di Matteo



MONREALE (PA) – Prosegue senza sosta l'emergenza rifiuti. La situazione è particolarmente grave a Monreale, soprattutto nelle frazioni. Ma anche negli altri comuni del comprensorio serviti dall'“Ato PA2 Alto Belice Ambiente” si rischia di superare il livello di guardia. Mancano le somme necessarie per pagare i mezzi e i lavoratori dell'Ato lamentano il mancato pagamento degli stipendi relativi ai mesi di agosto e di settembre. Il rischio è l'interruzione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Il sindaco di Monreale, Filippo Di Matteo, si dice preoccupato per le possibili “gravi refluenze sull’igiene e la salute pubblica”.
 
Massimiliano Lo Biondo, consigliere del Pd al Comune di Monreale, descrive una situazione drammatica corredando di foto il suo racconto: “A Monreale i rifiuti, soprattutto nelle frazioni, rimangono nei cassonetti e per strada. La situazione se non si interviene subito potrebbe peggiorare. Per le insolvenze maturate dall’Ato e dai Comuni che ne fanno parte, già lunedi i gasoloni e i camion con i rifiuti a bordo sono stati fatti tornare indietro e sono dovuti rimare fermi al parcheggio di via Ponte Parco”.

Lo Biondo punta il dito contro “la cattiva gestione della società” e il mancato controllo da parte dei Comuni, soprattutto quello di Monreale, azionista di maggioranza della società: “Seppur tra le difficoltà i lavoratori continuano a fare ciò che possono. Ma è chiaro che la loro buona volontà non può sopperire alla cattiva gestione e al mancato controllo soprattutto del Comune di Monreale quale maggiore azionista della Spa”.

Il sindaco di Monreale, Filippo Di Matteo, allarga le braccia: “Il nostro Comune attraversa una situazione di mancanza di liquidità per la quale anche i nostri impiegati comunali non hanno percepito lo stipendio di settembre”. Di Matteo respinge però le accuse di “mancato controllo”: “Il mancato pagamento degli stipendi dei dipendenti sia dell’Ato sia del Comune di Monreale è stato determinato dal mancato trasferimento da parte della Regione di somme già impegnate con apposito provvedimento presso la Ragioneria centrale famiglia politiche sociali e lavoro”. E in una nota inviata al Dipartimento regionale acque e rifiuti chiede “l’intervento urgente della Regione per liberare somme disponibili ed autorizzare i commissari ad acta a pagare gli stipendi”.

Articolo pubblicato il 03 ottobre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐