Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Scandalo bonifiche, eseguito l’1%
di Rosario Battiato

Le Ilva di Sicilia: secondo una stima di Federambiente, solo per disinquinare l’area di Priolo servirebbero 10mld di euro. Inchiesta a Milazzo, cinque gli indagati per lo sversamento dalla Raffineria in mare

Tags: Inquinamento, Priolo, Milazzo, Gela, Petrolchimico



PRIOLO (SR) – Milazzo, Priolo, Gela e Biancavilla. Mettendo assieme i quattro Siti d’interesse nazionale (Sin) maggiormente contaminati dall'inquinamento non si riesce a superare di molto l'1% di bonifiche completate. Un quadro tragico che si proietta sui dati di mortalità e patologie in correlazione all'aria o alle acque di questi luoghi di Sicilia.
L'azione di pulizia è bloccata, perché lo Stato stenta ad aprire i cordoni della borsa per i noti problemi di bilancio, mentre le aziende, aiutate da una normativa poco severa, hanno la tendenza a ritardare e rimandare, ricorrendo, in alcuni casi, anche ai Tribunali amministrativi. Del resto anche quando piccole quote sono stanziate non sempre si spendono in tempi utili. Un vero e proprio cuneo installato sul futuro di questi luoghi che per rivivere avrebbero bisogno di miliardi di euro di investimento. (continua)

Articolo pubblicato il 12 ottobre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus