Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ponte sullo Stretto, risorsa sprecata
di Rosario Battiato

Il governo Monti rinuncia all’Opera: penali e smobilitazione dei cantieri costeranno quasi 1 miliardo di euro. Dal canale di Suez 500 mld di merci, Sicilia sorpassata dall’assenza di infrastrutture

Tags: Ponte Sullo Stretto



MESSINA – Per salvare il Ponte, infrastruttura essenziale per restare in Europa, bisogna superare l'abbraccio mortale del berlusconismo che l'ha soffocato.
Si riassume così il messaggio dei tecnici che credono nel Ponte quale tappa determinante per rilanciare l'Isola come piattaforma logistica che possa intercettare anche una minima parte di quei cinquecento miliardi di merci che ogni anno passano dal Mediterraneo, ma non dalla Sicilia.
Ora, a causa dell'atteggiamento ondivago del governo Monti i finanziatori non vogliono ancora investire in un'opera che comunque gode di grande attenzione e appetibilità all'estero. Rinunciarvi, tra le altre cose, costerebbe, tra penali, lavori e smobilitazione, fino a 1 miliardo di euro. (continua)

Articolo pubblicato il 25 ottobre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus