Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

“Il 50 % della Giunta composto da donne”
di Raffaella Pessina

Il neopresidente Crocetta aperto al dialogo per intese sui provvedimenti. “Impensabile che il 90% dei Comuni sia sprovvisto dei Prg”

Tags: Ars, Rosario Crocetta, Giancarlo Cancelleri



Prime conferenze stampa dei vincitori a Palazzo dei Normanni e del neo presidente della regione Rosario Crocetta. Nel corso del suo incontro di ieri con i giornalisti, Crocetta ha detto che come primo atto revocherà le consulenze esterne, sulla base dello spoil system e gli stipendi dei deputati saranno come nel modello europeo, calcolati in base al numero di presenze in assemblea. Il 50% dell'esecutivo sarà composta da donne, la prima delle quali sarà Lucia Borsellino che andrà alla sanità.
 
Previsto un piano di risanamento con i sindaci senza licenziare nessuno mentre andranno via dirigenti e direttori generali che ricoprono quel posto da 20 anni. “Il primo sarà Albert”. “Favorirò l'avvio e l'applicazione con i comuni dei patti per l'energia solare che possono assorbire 24 mila persone".
 
Prevista anche una nuova legge sui piani regolatori, "poiché è impensabile che il 90% dei comuni ne siano sprovvisti”. Il presidente dell'Ars sarà eletto dai partiti. Crocetta ha ribadito che governerà con la coalizione che ha vinto con lui, ma ha anche detto di essere aperto al dialogo per trovare le intese sui provvedimenti. “Sarà naturale trovare un accordo su un bilancio che non farà macelleria sociale o su leggi importanti per tutti". Crocetta ha affondato la lama contro chi lo ha criticato come il Sindaco di Palermo, che aveva sottolineato come la sua vittoria è delegittimata dall'astensionismo. Subito gli ha risposto Crocetta: “Ma quanti hanno votato al ballottaggio del lui? Allora dovrebbe dimettersi. Bene, sarebbe una buona cosa per Palermo".
 
L'elezione di Crocetta ha destato l'interesse delle testate internazionali: il Wall Street Journal :“Per la prima volta la Sicilia ha eletto un governatore di centro sinistra. Il Times: "La Sicilia elegge il suo primo governatore apertamente gay mentre il partito di Silvio Berlusconi prende una stangata alle elezioni regionali. Le Monde: "Crocetta, ha ottenuto un risultato sorprendente: omosessuale dichiarato, ex sindaco di Gela, è una figura di punta della lotta alla mafia". Anche per lo spagnolo El Pais, "Crocetta e' un precursore, non solo per essersi opposto frontalmente a Cosa Nostra nel suo feudo, ma anche per essere il primo politico italiano ad aver dichiarato la propria omosessualità. Il quotidiano tedesco Deutsche Zeitung: "Con l'elezione di Rosario Crocetta la storia siciliana è improvvisamente cambiata. La sua elezione rappresenta la volontà dei siciliani di dare fiducia a un uomo che potrebbe rappresentare un'inversione di tendenza rispetto ai precedenti governatori vicini alla Mafia che hanno portato la Sicilia alla bancarotta economica". Infine il Frankfurter Allgemeine Zeitung: "Crocetta non è sicuramente il classico politico siciliano intrallazzato in rapporti sospetti".
 
Anche il Movimento 5stelle, ha tenuto ieri una conferenza stampa a Palermo durante la quale Giancarlo Cancelleri ha illustrato i primi punti del programma. I parlamentari del movimento accetteranno di percepire solo 2.500 euro al mese e tutto il resto, comprese le indennità, verrà restituito. Il risparmio – ha assicurato Cancelleri – potrebbe arrivare a un milione e 400 mila euro in cinque anni. Previsto un disegno di legge per la riduzione degli stipendi dei parlamentari regionali. Poi toccherà alla riforma della sanità. "Russo ha invertito la logica – ha detto Cancelleri - invece di partire dai bisogni dei cittadini per trovare i fondi si è fatto al contrario. Dobbiamo partire dal territorio con una sanità appannaggio di tutti e di buona qualità". Sulla scelta del nome del Presidente dell'Ars verrà fatta una valutazione ascoltando la base. Prevista anche la istituzione all'interno dello Statuto regionale di un referendum 'finanziario' per le spese che superano la soglia dei 200 milioni di euro. Nessuna alleanza con spartizioni di posti di sottogoverno: Cancelleri ha detto che il suo Movimento vuole lavorare attivamente e proporre soluzioni buone per cittadini. Di volta in volta si valuteranno le proposte. Per le partecipate proporranno un taglio dei dirigenti e di tutte le nomine di natura politica.

Articolo pubblicato il 31 ottobre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus