Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Siracusa-Gela, approvati lavori fino a Modica
di Rosario Battiato

La Commissione europea ha finanziato l’opera con 197 milioni che vanno spesi bene e in fretta, pena il ritorno delle somme. Il ministero ha approvato il progetto, ma attenzione: bisogna spendere i fondi entro il 2015

Tags: Trasporti, Infrastrutture



SIRACUSA – Qualcosa si muove nell'asfittico mondo delle infrastrutture siciliane. Non è il sogno proibito di una impetuosa ripresa dei lavori che imprenditori e pendolari auspicano da anni, ma qualche timido passettino in avanti che tocca compiere all'autostrada Siracusa-Gela, una gestazione che dura da decenni. Non si avevano notizie dell'importante collegamento del 2008, data dell'ultima tratta aperta fino a Rosolini, mentre adesso, dopo l’approvazione del progetto esecutivo da parte del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, se ne aggiungerà un altro pezzo fino a Modica. Attenzione però, non sarà tutto così semplice e l'Ue è pronta a ritirare i suoi finanziamenti.

Antonio Gazzarra, commissario straordinario del Consorzio autostrade siciliane, ha annunciato l'approvazione del progetto esecutivo dei lavori da Rosolini a Modica da parte del ministero delle Infrastrutture. Si tratta dei i lavori di costruzione dei lotti 6-7-8 dell’autostrada, 38 chilometri complessivamente, che ricadono in particolare nei territori di Ispica, viadotti Scardina e Salvia, Modica. ??Il progetto del consorzio è stato, quindi, finalmente approvato, ma l'iter non si ferma. Il passo successivo sarà, infatti, il bando per la gara d’appalto finalizzata ad affidare i lavori, che, secondo il cronoprogramma, dovrebbero durare quasi cinque anni. Il finanziamento è pari a oltre 372 milioni di euro, dei quali ben 197 arrivano direttamente da Bruxelles, mentre il resto arriva con i fondi Fas destinati alla Sicilia dal governo per il periodo 2007-2013.

La costruzione dell'infrastruttura farebbe da collante in una realtà dove si attende nei prossimi mesi anche l'apertura dell'aeroporto di Comiso così che si possa rivoluzionare il sistema di comunicazione di quella parte di Isola.
Soddisfazione anche dal mondo politico della Sicilia sud-orientale. “Si tratta del passaggio finale che mancava – ha scritto Nino Minardo in un comunicato dopo aver dato notizia dell'approvazione dell'Anas – perché adesso il Cas, il Consorzio delle Autostrade Siciliane, possa provvedere subito alla pubblicazione del bando di gara che è già stato predisposto e che dunque, non necessita di altri adempimenti burocratici prima della sua pubblicazione”.
 
I tempi però sono stretti perché entro il 2015 bisognerà chiudere i lavori per questa opera essenziale, visto che per quella data l’Unione Europea è pronta a revocare i suoi finanziamenti. “Dunque abbiamo di fronte tempi relativamente brevi – ha concluso Minardo - per giungere al risultato e non ci sono ostacoli perché il Consorzio da subito, provveda alla pubblicazione del bando”. Soddisfazione anche da parte di Bruno Marziano del Pd. “Occorre stringere i tempi per la Ragusana, che teoricamente collega Catania a Ragusa ma attraversando, per il 46% del suo tracciato, la provincia di Siracusa. Altra importante infrastruttura che con l’ormai imminente apertura dell’aeroporto di Comiso può cambiare il sistema di comunicazione della Sicilia sud Orientale”.
La Sicilia lamenta ancora un ampio deficit autostradale, e questo piccolo passo sarebbe un atto dovuto e un ponte verso altre iniziative.

Articolo pubblicato il 14 novembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus