Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Regione inerte, stop a 6 miliardi Ue
di Rosario Battiato

Ultima chiamata per i fondi europei da spendere in Sicilia entro il 2013, 300 mln sono a rischio a fine mese. I costruttori a Crocetta: sblocca 19 opere per oltre 2 mld già disponibili

Tags: Unione Europea, Regione Siciliana, Rosario Crocetta, Fondi Europei



PALERMO – Il presidente della Regione, Rosario Crocetta, rispetterà i tempi dell'Ue ed entro un paio di settimane presenterà quanto richiesto da Bruxelles per salvare i fondi europei ed aprire agli altri sei miliardi che la Sicilia deve ancora spendere. Lo assicura egli stesso. L'iperattività del neogovernatore potrebbe cadere come un mattone sulla testa di quei dirigenti regionali che in questi anni hanno tardato i procedimenti necessari per far avanzare la spesa europea, secondo il principio, enunciato da Crocetta, del “chi sbaglia paga”. I pensieri di crocetta sono chiari: sbloccare le opere immediatamente cantierabili e agire sulle infrastrutture necessarie per lo sviluppo dell'Isola.
L'Ance ha già presentato una lista di opere bloccate e quindi dall'azione del governo, e della sua macchina amministrativa, dipenderà il futuro del comparto.

Articolo pubblicato il 22 novembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐