Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le sfumature dell'autunno. Dal Giappone al Quebec fino al nostro Trentino
di Nicoletta Fontana

Un immaginario itinerario lungo diversi luoghi mondiali all’insegna di una delle più belle stagioni che la natura ci regala

Tags: Quebec, Giappone



L’autunno è una delle stagioni più suggestive che la natura ci regala. I boschi di diverse parti del mondo come quelli del  Quebec, del  Massachusset, del Giappone e della nostra stessa Italia, si tingono di tutte le sfumature che vanno dal giallo ocra al rosso intenso. Per questa esplosione di colore chiamata foliage, che parte da metà settembre e si prolunga  fino a fine novembre, a seconda della latitudine, sono nati numerosi itinerari e programmi escursionistici che consentono agli appassionati di questo fenomeno di poter ammirare gli splendidi paesaggi infuocati e potersi regalare romantiche visioni. In Giappone, patria dell’acero, ad esempio, c’è il Festival del Fuoco di Kurama, nei pressi di Kyoto,e i Momjj-gari (le escursioni del foliage) partono dai primi si settembre.
 
Nella penisola di Hokkaido si può andare al  Daisetsuzan National Park, per piacevoli escursioni lungo i sentieri tracciati nella foresta colorata, dai quali si intravede anche il monte Asahidake, invece per  ammirare il rosso e il giallo fuoco che si mescolano con il blu del cielo e del mare si può soggiornare sulla costa della penisola di Shakotan-Hanto, sempre ad Hokkaido: un luogo perfetto anche per dedicarsi agli sport all’aria aperta – come arrampicate, rafting, golf o semplici passeggiate. I templi sono una delle meraviglie del Paese del Sol Levante, e visitarli quando sono immersi nei paesaggi autunnali è sicuramente un’esperienza unica. Nel Giappone centro-orientale, non lontano dalla costa, si trova uno dei templi zen più famosi del Paese, dove ancora oggi i monaci buddisti conducono una vita di preghiera e disciplina. Il tempio Eihei-ji è composto da sette monasteri distribuiti in vasti giardini. Qui i visitatori possono anche praticare la meditazione zen e partecipare ad alcuni esercizi di ascetismo insieme ai monaci. Il tempio montano di Jingo-ji dell’800 dC, a nord di Kyoto, è uno dei luoghi migliori per ammirare i paesaggi autunnali. Salendo una china di scalini per circa 15 minuti si giunge ad un punto panoramico che permette di dominare tutta la valle del fiume Kiyotaki-gawa accesa dalle varie sfumature di rosso.

Anche in Italia da qualche anno questo fenomeno della natura ha preso piede e nella Valle di Cogne, dove il Gran Paradiso fa da capolino, lo spettacolo del foliage comincia a ottobre per finire a fine novembre, quando la luce diurna inizia a diminuire, il verde inizia a lasciare il posto al giallo, all’arancio e al rosso autunnale in una sinfonia di colori che rende l’atmosfera inconfondibile e romantica. Da non perdere.
 
Lo spettacolare scenario continua anche in Trentino per le grandi distese di boschi di latifoglie. Qui numerose sono le proposte di attività che la regione offre, come percorsi guidati all’interno dei boschi con fotografi d’eccellenza come Luca Merisio, fotografo di Bell’Italia, che vi accompagnerà tra i silenzi e i suoni  del bosco per catturare immagini delle con i colori rossi dell’alba e gli arancioni del tramonto. Marcello Mazzucchi, il poeta del bosco vi seguirà all’interno dei boschi per ascoltare il bramito del cervo ed i rumori degli animali che si avvicinano al letargo. Incontri e racconti di personaggi inattesi, affrontare passeggiate ed escursioni per scoprire le curiosità naturali dei parchi e dei boschi. Un ‘occasione molto speciale per un weekend caldo, romantico e molto colorato.

Articolo pubblicato il 16 novembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐