Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Regione, Valenti lascia. Bianchi in Conferenza Regioni
di Raffaella Pessina

Il neo assessore all’Economia ha chiesto di rivedere il taglio al Fondo sanità. Oggi prima riunione di Giunta all’auditorium di Brancaccio

Tags: Regione Siciliana, Ars, Rosario Crocetta



PALERMO - Oggi si tiene la prima riunione di Giunta e, come promesso dal presidente Crocetta, si svolgerà alle 17 presso l’Auditorium Giuseppe Di Matteo di via San Ciro, presso il Centro di Accoglienza Padre Nostro, la struttura di Brancaccio fondata da Padre Pino Puglisi. Nei giorni scorsi infatti Crocetta aveva annunciato che avrebbe portato il governo in quelle realtà difficili della Sicilia come appunto Brancaccio a Palermo e Librino a Catania. Non ci sarà Giulia Valenti, alla quale era stata assegnata la delega delle Autonomie Locali, poiché ha rimesso il mandato dopo che lo stesso Crocetta l’aveva invitata a “trarre le conseguenze” per non averlo informato, prima della nomina, di essere stata rinviata a giudizio per omissione di atti d’ufficio nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Messina sulla nomina di un dirigente del Consorzio autostrade siciliane. Si perde per strada così un membro della giunta che era in quota Udc.

Ieri intanto in Assemblea Regionale si è conclusa la maratona durata due giorni per “accogliere” i 90 deputati della 16ma legislatura. Il Palazzo dei Normanni ha visto sfilare al primo piano, quello istituzionale, nuovi e vecchi politici.
E, in preparazione della prima seduta inaugurale con la prevista elezione del presidente dell’Ars, ieri il gruppo Pdl ha tenuto una riunione di gruppo per stabilire le nuove linee guida. Una riunione, quella siciliana, che fa seguito a quella svoltasi nella mattinata dai vertici del partito di Berlusconi a Roma e dove è stato preso atto che “bisogna procedere con strumenti diversi per il rilancio del partito – come ha dichiarato Maria Stella Gelmini – con delle convention programmatiche al posto delle primarie”.
 
Sul ruolo del segretario nazionale Angelino Alfano e l’ipotesi di aver ceduto davanti alla posizione di Berlusconi, Gelmini ha affermato: “Alfano si fa carico dell’unità del partito. L’opinione di Berlusconi conta, ma la decisione è maturata dopo una riflessione dei dirigenti”. Non è esclusa la presentazione di un partito con un nuovo nome il prossimo 16 dicembre al posto delle primarie.

Intanto primo impegno  per l’assessore all’Economia  Luca Bianchi, che ieri ha partecipato ad una riunione della Conferenza dei Presidenti delle Regioni, nel corso della quale ha chiesto un tavolo di confronto con i ministri dell’Economia, della Coesione territoriale e delle Politiche comunitarie in cui condividere gli aspetti strategici sull’utilizzo dei fondi Fas e sulle modalità di concertazione con le Regioni della posizione italiana rispetto al negoziato sui fondi strutturali”.

Alla seduta della conferenza dei presidenti ha partecipato anche l’assessore alla Famiglia e al lavoro Ester Buonafede per le materie di competenza. “Le Regioni - ha detto l’assessore Luca Bianchi -  chiedono al governo di rivedere l’ulteriore taglio proposto al fondo sanitario per il 2013, che ammonterebbe a circa un miliardo di euro”.

Articolo pubblicato il 30 novembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐