Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ars, un deputato ci costa 380 mila euro
di Giovanna Naccari e Lucia Russo

Un dipendente dell’Assemblea regionale siciliana costa in media 187 mila euro l’anno (Bilancio preventivo 2012). Violato l’articolo 5 dello Statuto: i deputati hanno sempre giurato il falso

Tags: Ars



Nella regione “più disoccupata” d’Italia - il tasso in Sicilia ad agosto ha sfiorato il 20 per cento con un incremento del 5,1 per cento rispetto al 2011 - si mantiene il parlamento regionale più caro d’Italia. Un paradosso divenuto insostenibile. Ne devono tener conto i deputati della sedicesima legislatura che oggi presteranno giuramento in base all’articolo 5 dello Statuto. Lo leggano bene quell’articolo - che il QdS pubblica in questo numero a pagina 7 - perchè chi li ha preceduti lo ha sempre violato giurando il falso.
Non è il bene della Sicilia, infatti, avere legiferato in modo da contribuire a produrre 18 miliardi di euro di debiti e avere raggiunto, in base al preventivo 2012, un costo a deputato di 380 mila euro l’anno, considerando stipendi, mantenimento dei gruppi parlamentari e di segretari particolari, fondi riservati e contributi vari. (continua)

Articolo pubblicato il 05 dicembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐