Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Palermo - Riapre parzialmente piazza Scaffa, ma i cantieri resteranno ancora lì
di Gaspare Ingargiola

Nell’area si trova il ponte dell’Ammiraglio, che diventerà una delle principali fermate della rete tramviaria. Dal 2006 la zona era interessata dai lavori di realizzazione del collettore fognario

Tags: Palermo, Leoluca Orlando



PALERMO – Riapre parzialmente piazza Scaffa. La piazza è sede di un giardino e del Ponte dell’Ammiraglio di origine normanna, dove Garibaldi combatté contro le truppe borboniche nel maggio del 1860. Dal 2006 era interessata dai lavori di realizzazione del collettore fognario di acqua piovana e fino al 2009 era impossibile perfino scorgere il ponte da lontano, perché la visuale era ostruita da centinaia di tubi necessari alla realizzazione dell'opera. Il collettore fognario, che da via della Concordia arriva al fiume Oreto, dovrebbe finalmente porre fine nella zona ai continui allagamenti dovuti alle piogge. Anche il giardino di piazza Scaffa è stato interessato da un intervento di completa ripulitura.

I lavori della ditta Impresa Infrastrutture e della consorziata Geodrill sono costati nel complesso 5,5 milioni di euro. Ma i cantieri, nella piazza e in tutta la zona circostante, resteranno aperti. Nei prossimi mesi lungo l’asse di Corso dei Mille è prevista l’installazione di un tratto della nuova rete tramviaria. Proprio il ponte normanno diventerà una delle principali fermate della Linea 1, che porterà dalla stazione Roccella di Acqua dei Corsari fino alla Stazione Centrale. E poi il collettore non è ancora pronto, sarà ultimato “soltanto la prossima estate”, fa sapere in una nota il Comune. Il ponte, inoltre, è stato sì “restituito alla città”, ma necessita di un massiccio intervento e per ora rimane chiuso: “ripuliremo l’area dai rifiuti, sostituiremo il basolato mancante, ma poi sarà anche compito dei cittadini mantenerlo nelle giuste condizioni – dice l’assessore comunale al Territorio, Agata Bazzi –. Nei prossimi mesi inizierà anche il ripristino della vegetazione sotto il ponte, ammalorata in questi anni di chiusura, anche a causa degli attacchi del punteruolo rosso”.
 
Il sindaco Leoluca Orlando, presente alla cerimonia di riapertura, ha sottolineato che il Comune “sta realizzando un progetto, insieme al settore Ville e giardini, per la piantumazione e la creazione di percorsi interni che restituiscano anche questo angolo di verde alla città”. Gli interventi alla rete fognaria non finiscono qui. A margine della conferenza stampa che il 22 novembre il sindaco ha dedicato a una relazione sui primi sei mesi della sua amministrazione, l’assessore Bazzi ha spiegato come “la rete fognaria sia da rifare quasi del tutto”. Non a caso nel bilancio di previsione 2012 per le fognature sono previsti complessivamente 100 milioni di euro.

Resta invece aperto il capitolo di villa Bennici, il giardinetto comunale che si trova proprio di fronte al ponte dell’Ammiraglio. La villetta necessiterebbe di una nuova piantumazione, della sistemazione del verde e della pulizia dai rifiuti. Ma soprattutto andrebbe risolta la questione di un gruppo di persone che da mesi campeggia con le tende nella parte retrostante della villetta.

Articolo pubblicato il 06 dicembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus