Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ecco le patenti europee, le 15 nuove categorie
di Dario Raffaele

Entreranno in vigore dal prossimo 19 gennaio: cosa cambia

Tags: Patente Di Guida



CATANIA - Il 19 gennaio 2013 entra in vigore il decreto legislativo 59/2011 che recepisce per intero la direttiva europea sulle patenti 2006/126/CE. Questo vuol dire che vengono introdotte nuove patenti e cambiano i limiti di età per alcune di quelle già esistenti. Si tratta di una novità di cui le autoscuole devono tenere conto, per fare in modo che i candidati che hanno in corso la preparazione agli esami concludano l'iter in tempo utile.

Il pericolo infatti è quello di arrivare a cavallo della scadenza con l'idea di fare una certa patente per guidare un certo tipo di veicolo e poi trovarsi invece tra le mani un'altra patente che dai limiti più restrittivi.

Ad esempio, dopo il 19 gennaio 2013 la patente D si potrà conseguire solo dopo i 24 anni e non più 21, e chi ha fatto l'esame per la D dopo il 20 gennaio rischia di finire con l'avere solo una patente D1. Lo stesso vale per la patente A.
E non ci sono proroghe di nessun tipo, la Motorizzazione lo ha già detto a chiare lettere con la circolare del 18 ottobre scorso.

Ma, nel dettaglio, quali saranno le novità introdotte? Innanzi tutto parliamo delle 5 nuove tipologie di patenti
- La prima, l'AM sostituisce il vecchio patentino del ciclomotore. Diventando, a tutti gli effetti, una patente di guida deve sottostare alle norme relative alla: decurtazione dei punti, ritiro, revisione, sospensione e revoca. C1, C1E, D1 e D1E sono le nuove patenti professionali che si conseguono a partire dai 18 anni per arrivare ad almeno i 21 anni per quelle D.
 
È aumentata anche l'età minima per sostenere l'esame della patente A, che consente l'assoluta libertà di guida per tutte le moto. Si sale dai 21 anni attuali ai 24 anni. Dal prossimo 19 gennaio inoltre, in tutta Europa diventa obbligatoria la visita medica per il rinnovo della patente. Questo favorisce gli utenti italiani che potranno così circolare immediatamente dopo il rinnovo, anche senza la presenza del bollino applicato sulla patente. Oggi, infatti, vi è un "tempo sabbatico" in cui l'italiano non può circolare all'estero. Si ricordi, comunque, che le norme valgono solo nei 30 stati dell' Unione Europea. La Svizzera è ancora "esclusa".

Ecco di seguito uno schema per l'età minima in cui conseguire le Patenti di guida a partire dal 19 gennaio 2013
14 anni
Veicoli cui abilita la patente AM, purché non si trasportino altre persone oltre al conducente;

16 anni
- veicoli cui abilita la patente A1 purché non si trasportino altre persone oltre al conducente;
- veicoli cui abilita la patente B1 purché non si trasportino altre persone oltre al conducente;

18 anni
- veicoli cui abilitano le patenti AM, A1 e B1 che trasportino altre persone oltre al conducente;
- veicoli cui abilita la patente A2;
- veicoli cui abilitano le patenti B e BE;
- veicoli cui abilitano le patenti C1 e C1E;

20 anni
-
veicoli cui abilita la patente A a condizione che il conducente sia titolare di patente A2 da almeno due anni;
21 anni
- tricicli cui abilita la patente A;
- veicoli cui abilitano le patenti C e CE;
- veicoli cui abilitano le patenti D1 e D1E;
- veicoli per i quali è richiesto un certificato di abilitazione professionale di tipo KA o KB;
24 anni
- veicoli cui abilita la patente A;
- veicoli cui abilitano la patenti D e DE.

Tra le novità previste dalla nuova normativa, il limite di velocità per i primi tre anni dal conseguimento della patente di 90 km/h sulle strade extraurbane principali e di 100 km/h sulle autostrade, attualmente previsto solo per i titolari di patente B, è esteso ai titolari di patenti A2, A e B1.

Dario Raffaele

Articolo pubblicato il 12 dicembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐