Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

A Catania laboratori di bellezza per donne in cura oncologica
di Rosario Battiato

L'istituto oncologico del Mediterraneo è la prima struttura siciliana ad avere il programma. La pratica è stata introdotta in Italia nel 2006, negli Stati Uniti esiste già dal 1989

Tags: Oncologia, Sanità, Catania



CATANIA – Un servizio per tentare di mantenere la normalità anche durante ricoveri ospedalieri non sempre facili. Arriva a Catania, all’Istituto Oncologico del Mediterraneo, la versione italiana del programma internazionale “Look Good…Feel Better”. Curata dalla Associazione "La forza e il sorriso" è una pratica gratuita di laboratori di bellezza a favore di donne in trattamento oncologico.

In Italia siamo alla trentasettesima sede dell’iniziativa che gestisce questo delicato servizio che mira al recupero psicofisico della popolazione femminile colpita da tumore. L'iniziativa, nata negli States già nel 1989, è oggi diffusa in 25 Paesi ed è attiva in Italia dal dicembre del 2006 sotto il patrocinio di Unipro, Associazione Italiana delle Imprese Cosmetiche.

L'azione proposta, che non è assolutamente correlata alle cure mediche, mira invece al risanamento personale dopo le cure mediche e consiste nella realizzazione di laboratori di bellezza gratuiti e utili consigli e accorgimenti pratici per fronteggiare gli effetti secondari delle terapie al fine di riacquistare benessere e autostima.

Ogni laboratorio vedrà la partecipazione di sei donne e durerà circa due ore e mezza durante le quali ci saranno vere e proprie lezioni per prendersi cura della pelle, scegliere e applicare il make-up adeguato, e, in generale, azioni per valorizzare il proprio aspetto.
In Italia, ad oggi, ci sono state oltre 5 mila donne ad aver usufruito del servizio per 1200 laboratori di bellezza realizzati. E il numero raggiunto in sei anni di attività, spiegano dall'LFIS, è destinato a crescere.

“Sostenere ed estendere questo progetto – ha precisato Pierangelo Cattaneo, presidente LFIS, in una nota pubblicata sul sito del Polo Oncologico del Mediterraneo – sarà il segno di un Paese civile e attento alle sofferenze. Scopo dell’iniziativa è aiutare le donne in cura oncologica e provate fisicamente dai trattamenti a ritrovare il sorriso davanti allo specchio e dentro di sé”. Soddisfazione è stata espressa anche dai vertici del polo. “L'Istituto Oncologico del Mediterraneo – ha spiegato Domenico Musumeci, direttore generale dell’istituto - ha sempre incluso fra i suoi obiettivi l'umanizzazione del percorso del malato di cancro. La struttura quindi si pone a favore di qualsiasi iniziativa per la cura e la salvaguardia del paziente anche nell'aspetto psicologico”. L'obiettivo del progetto, ha spiegato il direttore, è quello di far ritrovare “il sorriso alla donna che patisce le conseguenze delle cure oncologiche con un forte impatto visivo nel momento in cui vede la sua immagine riflessa allo specchio”. L'Istituto Oncologico del Mediterraneo è stato il primo nell'Isola ad accogliere il progetto nazionale organizzando dei laboratori di bellezza per donne in cura oncologica, ma la speranza è che l'esempio venga seguito come “uno sprono per le altre strutture che intenderanno aderire a tale iniziativa”.

Il prossimo laboratorio di bellezza de La forza e il sorriso presso l’Istituto Oncologico del Mediterraneo si terrà lunedì 21 gennaio 2013 dalle 09.30 alle 12.30.

Articolo pubblicato il 13 dicembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus