Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Lavoro e impresa: 3 progetti
di Antonio La Ferrara

“Progress” è un programma comunitario che sostiene la partecipazione finanziaria. Le proposte possono essere presentate da soggetti pubblici e privati

Tags: Progetti, Finanziamenti, Lavoro, Impresa, Unione Europea



PALERMO - Sul sito Web Europa, nell’ambito del programma comunitario “Progress” è stato pubblicato il bando per azioni in tema di ristrutturazione, benessere al lavoro e partecipazione finanziaria.
Il fine del programma è quello di promuovere lo sviluppo e la diffusione delle migliori competenze e capacità tra gli attori coinvolti nell’anticipazione, nella preparazione e nell’accompagnamento socialmente responsabile delle ristrutturazioni d’impresa.
Un altro obiettivo importante è quello di promuovere la partecipazione finanziaria del lavoratori.
Relativamente alle azioni da realizzare è bene sottolineare che il bando è articolato in 3 aree distinte: la prima area riguarda il miglioramento delle competenze in materia di ristrutturazione. In questa area le attività finanziabili riguardano incontri o altre attività finalizzati a sostenere o promuovere la creazione di partnership (tra attori chiave) per l’anticipazione, la preparazione e la gestione responsabile dei processi di ristrutturazione, e ad attivare le partnership già esistenti.

La seconda area intende migliorare la comprensione degli aspetti relativi alla salute e al benessere sul lavoro nel quadro del cambiamento. Le attività finanziabili sono la creazione di reti di esperti in psicosociologia e salute sul lavoro, con particolare attenzione alla preparazione e il sostegno ai lavoratori e ai dirigenti che affrontano cambiamenti a seguito di un processo di ristrutturazione, programmi volti a prevenire o affrontare l’impatto negativo dl un processo di ristrutturazione sulla salute dei lavoratori.
La terza area, infine, è dedicata alla promozione della partecipazione finanziaria dei lavoratori.
In questo ambito si intende sostenere lo scambio di informazioni e buone pratiche per promuovere la partecipazione finanziaria dei lavoratori, incluso gli aspetti di corporate governance
Gli attori che hanno diritto a beneficiare dei fondi comunitari sono persone giuridiche legalmente costituite e registrate in uno dei Paesi ammissibili (27 Stati membri, Paesi EFTA/SEE e cioè Norvegia, Islanda, Liechtenstein e i Paesi candidati).
Tali soggetti possono essere: organizzazioni delle parti sociali, autorità pubbliche, università e istituti di ricerca, organizzazioni senza scopo di lucro e organizzazioni della società civile.

Il contributo fornito dalla Commissione europea può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto.
I progetti devono avere dimensione transnazionale ed essere realizzati nei Paesi ammissibili. Sarà data priorità a progetti che coinvolgono partner di almeno 5 Paesi ammissibili.
Il termine per la presentazione del progetto scade il primo settembre 2009, per progetti aventi inizio tra il 3 novembre 2009 e il 21 dicembre 2009.

La Direzione Generale della Commissione europea competente e referente per il programma è la Direzione Generale Occupazione, Affari sociali e Pari opportunità.
Alcuni punti di riferimento utili sono l’e-mail: EMPL-04-04-01-03@ec.europa.eu e l’indirizzo web del bando è il seguente: http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=630&langId=en&callId=205&furtherCalls=yes.

Articolo pubblicato il 13 agosto 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus