Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ars, questione impugnativa in Conferenza capigruppo
di Raffaella Pessina

Rapporto Gdf sulle spese dei gruppi: viaggi e borse griffate per i familiari. La prima seduta 2013 aperta con la mozione Ferrandelli

Tags: Ars



PALERMO - Ieri mattina l’agenzia Ansa ha diffuso la notizia che la Guardia di finanza, che indaga su delega della Procura sulle spese dei gruppi politici dell’Assemblea regionale siciliana, ha presentato un rapporto in cui denuncia alcune anomalie tra i conti degli ex capigruppo Antonello Cracolici del Pd, Giulia Adamo del Pdl Sicilia, Francesco Musotto del Mpa e di Rudy Maira del Pid.
 
Ora la Procura, in base al rapporto, dovrà decidere se proseguire l’inchiesta, magari iscrivendo i politici nel registro degli indagati, chiedere un supplemento d’indagine o fermarsi. Nel primo pomeriggio l’agenzia ha aggiunto che ci sarebbero altri nomi di deputati coinvolti, sottolineando che per il pool di magistrati che segue l’indagine, l’aggiunto Leonardo Agueci e i sostituti Sergio De Montis e Maurizio Agnello, questo primo step potrebbe essere solo la punta dell’iceberg di un sistema abituale, che includeva alcuni viaggi fatti dai deputati con famiglia al seguito e shopping nei negozi con l’acquisto di borse griffate, sempre a spese dell’Ars.

Molte le dichiarazioni e le precisazioni da parte dei politici per evitare di scivolare su equivoci che potrebbero minare il percorso di recupero della credibilità e fiducia nei confronti dei cittadini, in un delicato momento a ridosso delle elezioni nazionali. Ad esempio è polemica tra Francesco Musotto, ex capogruppo dell’Mpa nella passata legislatura e l’ex presidente della Regione Raffaele Lombardo che ha dichiarato di non essersi fatto rimborsare “dal gruppo e dal partito, compresi questi due mesi da pensionato non di lusso”.
 
Lombardo ha smentito le notizie di stampa secondo cui l’ex capogruppo Mpa all’Ars, Francesco Musotto, gli avrebbe consegnato alcune decine di migliaia di euro in contanti prelevati dai fondi del gruppo parlamentare, e ha aggiunto: “Se Musotto ha preso quei soldi ne renda conto e li restituisca. Ha perso tempo”. Di questa vicenda, l’ex governatore ha sostenuto comunque di essere disinformato: “Non so di cosa si tratta. Quando andrò a Palermo me ne renderò conto”, ha detto Lombardo. Gli ha risposto prontamente Musotto dichiarandosi deluso “sul piano personale e sotto il profilo umano, oltre che su quello oggettivo della verità” e ha ribadito “che la cifra in questione, di quarantacinquemila euro gli è stata espressamente richiesta per coprire spese di carattere elettorale del partito”.
 
Altra questione è stata quella di una somma versata ad una dipendente del gruppo Pd all’Ars. “L’importo di 2.500 euro, come scritto in una nota del Pd, è la somma versata in occasione del matrimonio della dipendente del gruppo Pd all’Ars, frutto di una sottoscrizione del valore di 100 euro per ciascuno dei 25 deputati allora iscritti al Gruppo dei democratici nella XV legislatura. Il versamento, dunque, “in quanto effettuato per il tramite di anticipazione da parte del gruppo, è avvenuto a mezzo di bonifico bancario, per garantire la tracciabilità del flusso finanziario, identificando la corretta causale, così da garantire la trasparenza del nostro operato”.

E anche nel Pid – Cantiere popolare viene fatto un chiarimento da Rudi Maira, ex deputato regionale, capogruppo nella precedente legislatura, ed attuale segretario regionale. L’ex parlamentare avrebbe fatto uso di un’auto che come da lui stesso affermato era a carico del gruppo per prassi consolidata. “Se ho commesso errori, me ne farò carico, mettendo anche da parte i principi che la Corte Costituzionale ha adottato per la spesa dei Gruppi parlamentari dell’Ars. Infine, riguardo la spesa relativa all’acquisto di un regalo in gioielleria, preciso che si trattava di un dono, di tutto il gruppo parlamentare anche a nome dei nostri collaboratori, ad un nostro dipendente in occasione di una ricorrenza importante per la sua famiglia”.

In controtendenza i deputati del gruppo Movimento 5 Stelle che oggi celebrano il “Restitution Day” per ridare all’Ars le somme eccedenti i 2500 euro più rimborsi spese, a fronte di una indennità di circa 12 mila euro, piu’ altri appannaggi. Le somme restituite, circa un milione di euro annui, secondo l’intenzione del gruppo parlamentare, saranno utilizzate per finanziare un fondo di microcredito destinato alle piccole imprese.

Sul fronte politico il Partito democratico ha sciolto le riserve sui candidati alle elezioni nazionali. In Sicilia, alla Camera capolista nella Sicilia occidentale sarà Pierluigi Bersani, nella Sicilia orientale Flavia Nardelli, direttrice dell’Istituto Sturzo. Il giornalista siciliano, Corradino Mineo, sarà capolista al Senato. Non sarà candidato, l’ex assessore regionale alla Salute Massimo Russo, il cui nome era circolato nei giorni scorsi. La lista Megafono di Rosario Crocetta candiderà al Senato Antonio Presti, (che ha promosso la “Fiumara d’arte” con opere dei maggiori artisti contemporanei sulla collina di Castel di Tusa). Presti, da molti anni è impegnato in progetti sociali nel quartiere catanese di Librino, uno dei più degradati di Catania, e nella zona del fiume Oreto, alla periferia di Palermo.

Infine, si è tenuta ieri pomeriggio la seduta d’Aula all’Ars con la discussione della mozione “Iniziative per impedire l’installazione del sistema militare Muos presso la base militare di Niscemi (CL)”, illustrata dal primo firmatario Fabrizio Ferrandelli (Pd).
Il presidente Ardizzone in Aula ha comunicato che a termine della seduta si sarebbe riunita la conferenza dei capigruppo alla quale è stato invitato il presidente Crocetta, per conoscere se vi siano documenti del Governo in merito all’impugnativa del Commissario dello Stato su alcuni punti della legge salva precari approvata dall’Ars lo scorso dicembre. Al momento in cui scriviamo è ancora in corso la seduta assembleare con gli interventi relativi alla mozione di cui all’ordine del giorno.

Articolo pubblicato il 09 gennaio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Rosario Crocetta
Rosario Crocetta


´╗┐