Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Bioenergie: la ricchezza ignorata
di Rosario Battiato

I petrolieri tornano all’attacco per trivellare l’Isola, ma il vero oro verde è nel potenziale energetico agrozootecnico. Scarti animali e vegetali: la Sicilia ricava 30 milioni, mentre valgono un miliardo

Tags: Energia, Bioenergia



PALERMO – Dagli scarti vegetali e animali potrebbe derivare un tesoro da circa mezzo miliardo. Una stima di massima che apre gli orizzonti sull'importanza del biogas, la fonte rinnovabili che produce energia utilizzando i materiali di scarto dell'agricoltura e delle deiezioni animali.
La Sicilia offre un potenziale non indifferente, eppure a mantenere la parte più rilevante della produzione nazionale sono sempre la fascia settentrionale del paese e alcune realtà meridionali come la Puglia e la Campania.
All'Isola non bastano la seconda agricoltura d'Italia e un numero di capi di bestiame tra i più numerosi di tutta Italia. Del ricco bottino da 1,3 mld, circa 500 milioni sarebbero previsti in Lombardia, ma alla Sicilia restano solo le briciole. (continua)

Articolo pubblicato il 15 gennaio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus