Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Giro di assicurazioni ombra scoperto dalla Polizia di Catania
di Redazione

Tagliandi contraffatti per numerosi clienti della provincia

Tags: Catania, Assicurazione



CATANIA – Approfittavano della crisi e delle precarie condizioni economiche di molte persone creando in casa sua una vera e propria agenzia di assicurazioni “ombra”, con numerosi clienti - non solo disoccupati - ai quali avrebbe consegnato certificati di assicurazione falsi, e ai quali avrebbe fornito inoltre consulenza in caso di sinistri, infortuni o di acquisto di nuove auto. Due anni di “disonesta attività” prima di essere scoperto.

Protagonista della vicenda è un uomo di 38 anni di Misterbianco che è stato denunciato dalla Polizia per truffa e falso in scrittura privata e falsità materiale. L'uomo è stato trovato in possesso di 46 certificati di assicurazione della Milano assicurazioni e di 26 certificati di assicurazione della Generali completi di contrassegno e in bianco. Gli agenti hanno anche sequestrato sette supporti informatici contenenti i dati di più di cento clienti di Catania e dell'hinterland, un computer portatile contenente un programma di contraffazione, numerosi contratti redatti e pronti per essere consegnati, fotocopie di documenti di clienti, copie di libretti di circolazione, tagliandi assicurativi in bianco, un timbro di una assicurazione di Catania e di alcune compagnie che si occupano di rottamazione e copie di referti medici di persone che avevano denunciato falsi incidenti stradali.

L'uomo, inoltre, avrebbe modificato il cognome della propria moglie su una certificazione comunale rendendolo simile a quello di una persona che voleva inserire in un altro stato di famiglia allo scopo di fargli usufruisse una classe di merito agevolata perché aveva un'auto nuova da assicurare per la prima volta.
Secondo quanto accertato la persona denunciata chiedeva ai clienti somme variabili tra i 25 e i 35 euro, a seconda della classe del mezzo da assicurare.

Articolo pubblicato il 18 gennaio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐