Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Tv, nella giungla dei decoder arriva una classificazione
di Michele Giuliano

Sul sito agcom.it si potranno consultare tutti i modelli in commercio

Tags: Decoder, Tv



PALERMO - Più trasparenza e chiarezza nell’utilizzo del decoder per la ricezione del segnale del digitale terrestre nel proprio televisore. Da oggi i consumatori possono fare riferimento al sito internet www.agcom.it/decoder dove si potrà consultare quali sono i modelli in commercio classificati dai produttori secondo le indicazioni contenute nella delibera numero 255/11/CONS dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.

Si tratta di una piattaforma molto importante perché dà informazioni utili proprio al consumatore con l’obiettivo di favorire una scelta più consapevole dei consumatori nell’acquisto di televisori e decoder per la ricezione dei programmi televisivi in tecnica digitale. La citata delibera prevede una classificazione degli apparati sulla base delle loro caratteristiche tecnologiche.
Si parte dalla classe 1 nella quale rientrano i modelli più avanzati, ossia dotati di funzionalità quali l’alta definizione e la predisposizione per la pay-tv e, soprattutto, multipiattaforma, fino all’ultima classe di riferimento, la 6, nella quale rientrano i modelli monopiattaforma con caratteristiche più essenziali.

In questo modo si dà uno strumento assolutamente indispensabile al consumatore che, visionando il sito, si potrà fare anche un’idea sui costi di un decoder. Ovviamente più è avanzato e tecnologico e più costerà. Un modo quindi utile anche per evitare di andare al negozio senza alcuna idea e con il rischio di essere gabbati.

L’iniziativa dell’Autorità Garante prende spunto anche da un altro obiettivo che è quello di diffondere informazioni chiare e trasparenti sulle caratteristiche di tutti i tipi di apparati per la ricezione di programmi televisivi in tecnica digitale, a prescindere dalla piattaforma utilizzata: satellitare, terrestre o Internet.

Sono comunque esclusi dalla classificazione i cosiddetti “zapper” che non prevedono neanche l’ordinamento automatico dei canali. La classificazione è stata anche completata recentemente con la classificazione della sezione “plus” per quegli apparecchi delle classi da 1 a 6 dotati di un sintonizzatore/decodificatore digitale terrestre in standard Dvb-t2/Mpeg e che saranno gli unici commercializzabili a partire dall’1 luglio 2015 ai sensi della legge numero 44/2012.

Oltretutto sul portale www.agcom.it/decoder, in cui ad oggi sono presenti i prodotti 2012 di Lg e Panasonic per gli apparecchi Tv e Telesystem e Fuba per i decoder, si arricchirà di altri modelli via via che i loro produttori ne avranno completato l’inserimento nel database, richiesto dalla medesima delibera 255/11/CONS.

Articolo pubblicato il 20 febbraio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐