Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Nel settore merceologico si perdono più posti di lavoro
di Gaetano Cusimano



PALERMO - Un primo approfondimento riguarda il settore merceologico che nella nostra regione ha subito una perdita maggiore: questo è il settore dei servizi che ha registrato il 55 per cento della perdita occupazionale (-5.630 dipendenti) contro il 38 per cento in Italia. All’interno del settore industriale, l’industria in senso stretto ha registrato una perdita del 56 per cento in Sicilia e del 77 per cento nell’intero territorio nazionale, lasciando la componente residua alle costruzioni. La perdita occupazionale è ovviamente influenzata dalla distribuzione delle imprese secondo il numero di dipendenti. Nella nostra regione il 54 per cento della perdita occupazionale ha riguardato la classe da 1 a 9 dipendenti, il 16 per cento, la classe da 10 a 49 addetti e il residuo 30 per cento la classe successiva (50 e oltre). Sulle entrate (assunzioni) ne sappiamo qualcosa, sulle uscite (licenziamenti, esodo volontario) non sappiamo nulla: sulla loro età, sui settori di attività economica, ecc.).

Articolo pubblicato il 20 agosto 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus