Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Trapani - Aumentano gli stalli a pagamento, affare da 200 mila € a settimana
di Vincenza Grimaudo

Più di seicento posti auto suddivisi in due fasce a seconda della vicinanza con il centro storico. Il Comune punta a razionalizzare il traffico producendo anche qualche guadagno

Tags: Trapani, Posteggi



TRAPANI – Turisti e cittadini sono avvisati: il Comune, coi tempi che corrono, deve arrangiarsi come può per fare cassa. Ed allora ecco il metodo più semplice e allo stesso tempo redditizio: organizzare i parcheggi a pagamento. L’amministrazione comunale ha esteso infatti gli stalli all’interno del centro storico e nelle aree nevralgiche della città. In tutto si parla di 634 box per singola auto, suddivisi in due fasce di pagamento a seconda della vicinanza con il centro storico. A conti fatti, un giro d’affari che si andrebbe a smuovere che si aggira attorno ai 200 mila euro a settimana. Un calcolo fatto tra l’altro sicuramente per difetto e non per eccesso, considerando uno scarto di posti non utilizzati del 20 per cento per tutte le 11 ore di fascia a pagamento giornaliere. E in extremis, proprio per ampliare il business, l’amministrazione ha aggiunto anche un tratto del lungomare Dante Alighieri, quello che va dalla piazza Mercato del Pesce alla via passo di Tramontana, da allestire con parcheggi a pagamento.
L’Apcoa parking Italia spa si occuperà del servizio, essendosi aggiudicata l’appalto indetto dal Comune per l’affidamento in concessione temporanea (per un periodo di sei mesi) della gestione dei parcheggi pubblici a pagamento in alcune zone della città e, in particolare, in piazza Umberto I, in via Mazzini, in viale Regina Elena, in via Ammiraglio Staiti e sul Lungomare Dante Alighieri.

Il servizio in futuro sarà gestito direttamente dal Comune che è in fase di inserimento di un centinaio di ausiliari del traffico.
Le aree hanno diverse tariffe per la sosta: quelle ricomprese nella Zona Gialla prevedono il pagamento di cinquanta centesimi l’ora con possibilità di pagamento minimo di trenta minuti per venticinque centesimi; quelle ricomprese nella Zona Rossa prevedono il pagamento di ottanta centesimi l’ora con possibilità di pagamento minimo di trenta minuti per quaranta centesimi.
“Serve – afferma il sindaco Girolamo Fazio – una certa regolarità per il traffico veicolare in centro e comunque, con queste tariffe, saremo in grado anche di garantire un certo ricambio di automobili in modo da fare spazio anche a turisti, cittadini e villeggianti”. Insomma, un provvedimento che quindi è stato preso anche per contrastare il caos del traffico veicolare.
 

 
Mappa. La distinzione delle aree per il parcheggio
 
TRAPANI – A rientrare nella zona gialla sono: Piazza Umberto I (Stazione) dove sono stati collocati 137 stalli; via Mazzini (38 stalli); via Ammiraglio Staiti, nel tratto compreso tra la via Porta Galli e vicolo Rallo (168 stalli). Nella Zona Rossa rientrano invece: viale Regina Elena, nel tratto compreso tra la via Torrearsa e la via Serisso (142 stalli); Lungomare Dante Alighieri, nel tratto compreso tra la piazza Mercato del Pesce e la via Passo di Tramontana (149 stalli). Nel viale Regina Elena ci saranno parcheggi a pagamento anche nei giorni festivi e le domeniche, mentre tutte le altre aree prevedono l’attivazione del parcheggio a pagamento nei giorni esclusivamente feriali. La validità degli stalli di sosta è in tutti i casi dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 20. Per quel che concerne ancora il viale Regina Elena, gli stalli saranno in vigore ogni anno dal mese di luglio sino a settembre. In tutte le altre aree è previsto il pagamento per l’arco di tutto l’anno.

Articolo pubblicato il 20 agosto 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus