Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Caltanissetta - Scontro in Consiglio comunale, slitta ancora il via libera al Prg
di Liliana Blanco

Il documento è stato presentato in assemblea pur senza la Valutazione ambientale strategica. Il presidente Di Dio ha attaccato la Commissione consiliare all’Urbanistica

Tags: Gela, Prg



GELA (CL) - Più polemiche che fatti: e il Prg resta sempre una chimera.
Non accennano a placarsi le diatribe sul Piano regolatore generale gelese, ma questa volta le parti venute in “collisione” sono il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Di Dio, e la Commissione consiliare all’Urbanistica presieduta da Antonino Biundo. Tutto nasce dopo l’ennesima “scoperta” sullo strumento urbanistico, ancora privo della Vas (Valutazione ambientale strategica) e tuttavia esitato dalla Commissione e inviato al vaglio del Consiglio comunale.

“La commissione consiliare – ha detto Di Dio- ha tenuto un atteggiamento equivoco e ha espresso pareri contrastanti: se da un lato manca la Vas e ne prende atto, d’altro canto ha approvato lo schema di Prg privo di un allegato fondamentale, rimandando al Consiglio la responsabilità finale dell’approvazione. Ma senza la Vas non ci può essere approvazione e quindi la Commissione non avrebbe dovuto esitarlo in queste condizioni”.

Immediata e pungente la risposta della Commissione Urbanistica. “La commissione - dice il presidente Antonino Biundo – non ha mai parlato di Vas, semmai si è preoccupata di valutare lo schema di Prg per permettere lo sblocco del Regolamento edilizio in favore della città che chiede servizi. Pur comprendendo che siamo già in campagna elettorale, non posso fare a meno di esprimere il mio disappunto per le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Consiglio comunale sul Prg e della sua adottabilità e non comprendo l’attacco in maniera strumentale rivolto alla Commissione consiliare Urbanistica, che ha lavorato alacremente nell’interesse della comunità gelese, esitando l’atto per sbloccare il regolamento edilizio”.
“Questa Commissione - ha aggiunto Biundo - pur non chiamando in causa, sia in forma diretta che indiretta, il Civico consesso e il suo presidente non comprende il perché non sia stata indetta una conferenza di servizi con i capigruppo consiliari e tutte le forze politiche, per avere chiarimenti sulle problematiche e prendere le decisioni più opportune, così come prevede il suo compito istituzionale nei confronti dei consiglieri comunali”.
“Farebbe bene il presidente Di Dio - ha concluso Biundo - a interessarsi dei veri problemi che quotidianamente attanagliano la nostra collettività, e non esprimere  illazioni, le quali fanno pensare a una eventuale campagna elettorale che distoglie dal vero ruolo che l’intero Consiglio comunale gli ha assegnato”.

Articolo pubblicato il 20 agosto 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus