Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Stop dell’Ue ai clientes del Turismo
di Claudia Calì

Nel 2011 spesi 70 mln del Fesr per gli eventi culturali e sportivi, ma per Bruxelles sono di “scarso valore aggiunto”. Regione senza programmazione e comunicazione. Lontani i modelli Malta e Baleari

Tags: Turismo, Sicilia, Fesr



PALERMO – Ancora veti dalla Commissione europea. Questa volta l’avviso riguarderebbe la nuova programmazione di spesa 2014-2020 che l’assessorato regionale al turismo, guidato da Franco Battiato, si appresta a redigere. “Non finanzieremo manifestazioni di scarso valore” avverte Bruxelles che vieta l’uso dei nuovi fondi per finanziare manifestazioni sportive, eventi culturali, sagre e mostre prive di pubblico. Su quest’ultimo passaggio sono state create restrizioni per tutte le regioni d’Italia, ma per la Sicilia il monito è ancor più duro da digerire. Il neo assessore si trova, infatti, ad affrontare una difficile situazione, in poche parole casse asciutte e restrizioni: da un lato i contabili dell’Unione europea chiudono il flusso di fondi 2014-2020 irrigidendo il sistema di accesso, dall’altro bloccano il rimborso di oltre 19 milioni di euro anticipati dalla Regione Siciliana per finanziare mostre, spettacoli, concerti ed eventi sportivi che si sono svolti negli anni 2010-2011. (continua)

Articolo pubblicato il 28 febbraio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus