Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Rifiuti: Bellolampo, scandalo in Ue
di Rosario Battiato

In Sicilia prevale lo smaltimento nelle discariche che generano percolato, in Europa producono biogas, elettricità e calore. I moderni impianti industriali (che non sono inceneritori) inquinano meno

Tags: Rifiuti, Bellolampo, Unione Europea



PALERMO – L'immagine della Sicilia dei rifiuti da recapitare a Bruxelles è raccapricciante: un lago di percolato che sotto la discarica di Bellolampo starebbe per inquinare le falde acquifere e un rischio di disastro ambientale paventato da diversi mesi ma ormai sempre più concreto.
Bellolampo è lo specchio di una Sicilia che smaltisce il 90% dei suoi rifiuti in discarica, un modello senza futuro, e che, in termini di rifiuti, ragiona come due decenni fa si faceva nei Paesi europei che adesso hanno sposato con profitto economico e ambientale la gestione integrata del rifiuto. Queste realtà, che si chiamano Germania, Svezia, Norvegia, hanno dato priorità al riciclo e alla valorizzazione energetica del rifiuto con recupero di energia termica ed elettrica. Su questo tema se in Italia siamo ancora all'alba, in Sicilia è notte fonda. (continua)

Articolo pubblicato il 01 marzo 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐