Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ponte sullo Stretto, Eurolink: "Un'espropriazione, risponderà il Governo"
di Redazione

Tags: Ponte Sullo Stretto, Messina, Eurolink



MILANO - Il mancato pagamento delle penali da parte dello Stato italiano al consorzio di imprese che si era aggiudicato il contratto per la costruzione del Ponte sullo Stretto è "un'indebita espropriazione" e i danni, soprattutto per le aziende quotate in Borsa, "non potranno che essere addebitati al governo italiano". Lo afferma Eurolink in una lettera inviata alla società Stretto di Messina.
La mancata sottoscrizione dell"atto aggiuntivò al contratto per il Ponte da parte di Eurolink "é stato condizionato dalla contestata esigenza di dare attuazione a disposizioni legislative con cui il Governo ha inteso 'sbarazzarsi' - si legge nella lettera di cui l'Ansa è entrata in possesso - di un contratto legittimamente assegnato a seguito di una gara europea e modificare unilateralmente il contenuto e l'efficacia di tale contratto, pretendendo di conculcare diritti e indennizzi contrattualmente consacrati in capo al contraente generale, peraltro con ogni evidente perdita di credibilità del sistema Paese".

Articolo pubblicato il 04 marzo 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus