Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Trapani - Porto di Mazara al buio: la zona è off-limits
di Alessandro Accardo Palumbo

Ora la palla passa al Comune, che dovrà posizionare apposite barriere all’ingresso dell’area. I continui black-out provocano disagi e pericoli agli operatori del settore marittimo

Tags: Mazara Del Vallo, Porto



MAZARA DEL VALLO (TP) – I “ricorrenti e continuativi black-out – si legge nell’apposita ordinanza della locale Capitaneria di Porto – che si sono registrati negli ultimi anni, l’ultimo dei quali proprio alcuni giorni addietro” hanno decretato e causeranno la chiusura del porto nuovo, ogni qual volta dovesse esservi un guasto agli impianti che illuminano l’area.

“Considerati i seri pericoli – continua il provvedimento – per lo svolgimento in sicurezza delle operazioni portuali, dei lavori a bordo dei pescherecci e di incidenti, e per garantire l’incolumità all’interno del porto, l’area demaniale marittima viene interdetta in caso di mancanza di illuminazione”.

ZONA OFF-LIMITS PER BUIO - Così, non sarà possibile che alcun veicolo entri per effettuare, dal tramonto all’alba, operazioni portuali. La palla passa ora al Comune: dovrà procedere a posizionare le apposite barriere all’ingresso del porto nuovo. Il divieto, firmato dal comandante della Capitaneria di Porto, Davide Accetta, è in vigore nelle ore serali e nell’ipotesi di luci spente.

BLACK OUT E DANNI: I PRECEDENTI - Altri guasti agli impianti, che hanno lasciato al buio il porto nuovo, si sono registrati nel 2011: a febbraio, aprile, maggio e novembre. In alcuni casi l’illuminazione è saltata per il guasto a una scheda del quadro elettrico. Difetti strutturali che hanno portato ad alcuni incidenti, per fortuna di lieve entità. Qualche mese addietro – il 19 novembre, sempre a causa della mancanza di illuminazione – nelle prime ore del mattino, un ex pescatore in pensione è finito in mare con la propria auto, nel tentativo di raggiungere una delle banchine di ormeggio; l’uomo era riuscito a mettersi in salvo. Due pescherecci, tempo prima, sono entrati in contatto, durante alcune manovre nei pressi del porto.

ORDINANZE E RICHIESTE MA NULLA DI FATTO - La Capitaneria di porto ha già rinnovato un’ordinanza del 2009 che, a salvaguardia della pubblica incolumità, vieta l’accesso nella zona dalle 17 alle 7. Ed, inoltre, ha effettuato diverse richieste di intervento, dal 2008, alle istituzioni competenti – in particolare quelle rivolte al dipartimento regionale dei lavori pubblici – ma sono servite a poco. Unico risultato raggiunto è stato quello di ottenere alcune riparazioni parziali che non hanno risolto, una volta per tutte, il problema.


Manutenzione necessaria. Pali dell’illuminazione assediati dalla ruggine

MAZARA DEL VALLO (TP) – È sufficiente farsi una passeggiata, nell’ampia area su cui insiste il porto nuovo per rendersi conto di decenni di abbandono. Sporcizia, erbacce che diventano conifere e incuria saltano immediatamente all’occhio. Gli altissimi impianti di illuminazione – che quando fanno il loro dovere abbagliano tutto con la loro forte luce giallo-arancione – svettano in cielo, ponendo inquietanti interrogativi: come fanno a non cadere giù? Già da una superficiale analisi, appare infatti evidente come i pali siano ampiamente ossidati alla loro base. Una fitta patina di ruggine li ricopre, e non da ora. C’è quasi da meravigliarsi che si reggano ancora in piedi e non abbiano provocato danni maggiori che semplici “spegnimenti”. Certo è che – se la fortuna fino a oggi ha arriso ai tanti operatori della pesca che quotidianamente sono costretti a passare da lì – non bisogna continuare ad affidarsi ad essa.

Articolo pubblicato il 08 marzo 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus