Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Regione siciliana: poche idee, niente lavoro
di Dario Raffaele e Claudia Calì

Disoccupazione record: 19,6% (270.000 persone), 1 giovane su 3 fuori da ogni circuito e precari pubblici favoriti. Dopo 9 mesi attesa la graduatoria del credito d’imposta. Poi iniziative poco incisive

Tags: Lavoro, Regione Siciliana, Disoccupazione



PALERMO - La Sicilia continua a sprofondare nelle sue tante crisi, ma il dato più preoccupante rimane il lavoro. La costante diminuzione dell’occupazione riduce i consumi e, certamente, danneggia le aziende che, in molti casi, si trovano costrette a chiudere. L’incubo della disoccupazione poi non accenna alcun rallentamento, anzi in base ai dati diffusi da Unioncamere e Prometeia la Sicilia conferma, nel 2013, il suo secondo posto nella top ten delle regioni con il più alto tasso di disoccupazione.
Prima solo la Calabria, con un tasso al 20,6%, seguita da Sicilia (19,6%) e Campania (19,3%). Numeri ben lontani dalle regioni del Nord. Nel Mezzogiorno il tasso di disoccupazione dovrebbe attestarsi al 17,9 percento, ossia 6,5 punti percentuali in più rispetto alla media nazionale, attesa all'11,4 per cento. Un distacco che si fa ancora più marcato se si osservano le regioni del Nord come: il Veneto che registra un tasso di disoccupazione del 7% o di Emilia Romagna e Valle d'Aosta, entrambe al 7,5%. (continua)

Articolo pubblicato il 19 marzo 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus