Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le mani dei boss sui porti di Palermo e Termini Imerese
di Redazione

Tags: Mafia, Palermo, Termini Imerese



La Dia ha ultimato il sequestro (valore 30 mln) delle società di servizio dei porti di Palermo e Termini Imerese. Il provvedimento riguarda Portitalia, New Port, Tcp-Terminal Containers Palermo, Csp-Compagnia Servizi Portuali e la coop Clpg Tutrone, nella disponibilità degli appartenenti e/o contigui a Cosa nostra: i due Antonino Spadaro, di 56 e 64 anni, Maurizio Gioè, di 54, Girolamo Buccafusca, 55 anni, tutti di Palermo. Avrebbero monopolizzato trasporto, logistica e distribuzione delle merci nei due porti.

Articolo pubblicato il 19 marzo 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐