Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Aria più pulita, ma grazie alla crisi
di Rosario Battiato

Tra il 1990 e il 2011, in Sicilia diminuite le emissioni di CO2 perché è calata la produzione in raffinerie e centrali elettriche. Trasporto privato e pubblico, troppi mezzi inquinanti. Comuni insensibili ai piani Ue

Tags: Inquinamento, Ambiente, Co2



PALERMO – Crollano le emissioni di anidride carbonica (CO2) in Sicilia tra il 1990 e il 2011. Le migliori performance vengono dalle raffinerie, dalle centrali elettriche e dall'industria.
Dati che rispecchiano una generale situazione di crisi in quanto le minori emissioni non sono esclusivamente figlie di una maggiore consapevolezza sostenibile, ma derivano anche dal calo della raffinazione e della produzione industriale.
Per due comparti che sono al canto del cigno e che dovrebbero rivestirsi di verde per sopravvivere c'è il settore dei trasporti che continua a inquinare senza tentare minimamente di puntare sulla mobilità sostenibile come avviene, del resto, nell'Ue. Non stupisce pertanto che in Sicilia la quasi totalità dei veicoli sia alimentata da carburante derivato da fonte fossile. (continua)

Articolo pubblicato il 21 marzo 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus