Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

L’export Sicilia non sente la crisi
di Michele Giuliano

Il volume d’affari verso l’estero è aumentato di 2,3 mld nel 2012 (+21,2%). Boom per apparecchi elettrici e artigianato. In Usa il business maggiore: +155%; +15,7% in Europa, +24,7% nei Paesi Extra Ue 

Tags: Export, Economia



La crisi sarà anche internazionale ma in Sicilia si respira aria buona per le imprese che hanno investito all’estero. Provate a chiedere in particolare alle attività manifatturiere, al tessile, all’abbigliamento ed anche a chi produce materiale informatico. Sono questi i settori che in particolare hanno avuto un vero e proprio boom nelle esportazioni nell’anno appena trascorso secondo quanto ha certificato l’Istat. A riprova che l’internazionalizzazione delle imprese isolane è diventata una prerogativa assoluta, se si vuole tentare di sopravvivere ad una crisi la cui via d’uscita non sembra certamente dietro l’angolo. La Sicilia che produce, quella che si rimbocca le maniche e dimostra dinamicità e flessibilità sul mercato, non limitandosi al solo circuito locale-nazionale, ha dimostrato che si può fare bene ed anzi anche meglio. (continua)

Articolo pubblicato il 27 marzo 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus