Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La passione per i funghi a Palazzo dellÂ’Aquila
di Francesco Torre

Tra le tante voci in elenco, ce ne sono alcune particolarmente bizzarre. Anche un “fondamentale” corso di micologia a Ragusa



Palermo - Inutile stupirsi della cifra se non si entra nel merito dei contributi economici concessi. Buona parte dei quali, sicuramente (come abbiamo avuto modo di appurare per esempio per quanto riguarda il Comune di Ragusa) è legata alla realizzazione di opere pubbliche e spesso va a coprire delle carenze strutturali degli enti che, oggettivamente, non possono mantenere nel proprio organico e stipendiare a vita figure professionali la cui utilità è limitata solo a sporadiche occasioni.
Entrando nel dettaglio dei contributi, però, c’è davvero da rimanere allibiti. Innanzitutto la presenza costante dei consulenti dei sindaci e dei presidenti di Provincia, che per legge possono variare da 2 a 3 a seconda della dimensione dell’ente, spesso amici e colleghi degli stessi amministratori e comunque mai tenuti a giustificare i soldi pubblici che si mettono in tasca.
Qualche esempio di consulenza – diciamo così – molto generosa? Vincenzo Cacopardo, assistente alle scenografie per la produzione di eventi per conto del Comune di Palermo: € 30.000. Per non dire degli esperti di funghi del Comune di Ragusa, dove si è organizzato un fondamentale corso di micologia, o di tutti gli avvocati nel libro paga del Comune di Messina chiamati in causa – è proprio il caso di dirlo – perché nell’Ufficio legale dell’ente nessuno è abilitato alla professione.
Ma di casi così ce ne sono a bizzeffe, così come di straordinarie furbizie per nascondere magagne. La Provincia di Catania, per esempio, comunica le spese per le consulenze e le associa ai nomi degli esperti, ma omette di pubblicare la motivazione dell’incarico. E se proviamo a saperne di più, “lo chieda al Presidente della Regione Raffaele Lombardo”, ci dicono dalla Provincia.

Articolo pubblicato il 25 agosto 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Comuni e Province: 10 mln in esperti -
    Pa siciliana. Gli incarichi esterni degli enti locali.
    Clientela. Non sempre questi esperti vengono chiamati per reali necessità. Dietro questi esborsi di denaro pubblico si nascondono spesso favori distribuiti agli “amici degli amici”.
    Gli inadempienti.  Sono tre le amministrazioni che non hanno comunicato i dati al Governo: si tratta della Provincia di Enna e dei Comuni di Trapani e Messina.
    (25 agosto 2009)
  • La passione per i funghi a Palazzo dellÂ’Aquila -
    Tra le tante voci in elenco, ce ne sono alcune particolarmente bizzarre. Anche un “fondamentale” corso di micologia a Ragusa
    (25 agosto 2009)
  • Il costoso Piano parcheggi che è rimasto lettera morta -
    Sette incarichi affidati dall’ex sindaco nella Città dello Stretto. A Messina 600 mila euro per un progetto mai attuato
    (25 agosto 2009)


comments powered by Disqus