Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Centri-impiego inutili e costosi
di Michele Giuliano

50 mln l’anno per 65 uffici dove lavorano 1.800 dipendenti, ma incapaci di aiutare i disoccupati siciliani. A questi si sono affiancati 252 Sportelli multifunzionali: altro spreco di 63 milioni

Tags: Lavoro, Centri Per L'impiego, Disoccupazione



Non solo strutture svuotate, ora anche sempre meno ricercate. I Centri per l’impiego siciliani tornano a far parlare di sè e soprattutto dell’inefficacia della loro azione. Sempre meno disoccupati nell’Isola cercano i loro servizi, probabilmente perché ritenuti “inutili” nell’obiettivo finale di trovare un lavoro.
I 65 Centri per l’impiego pesano sul bilancio della Regione per circa 50 milioni di euro l’anno. Soldi che se ne vanno quasi esclusivamente per pagare i 1.800 dipendenti che stanno dietro le scrivanie. Ma ormai, secondo gli ultimi studi dell’Isfol, solo un disoccupato su tre vi fa affidamento e solo il 14,7% li ritiene utili.
Costano ancor di più gli Sportelli multifunzionali nati nel 2000 con l’idea di affiancare i Cpi nell’aiuto al disoccupato ad essere immesso nel mercato del lavoro: ce ne sono 252 in tutta l’Isola e incidono per 63 milioni di euro. (continua)

Articolo pubblicato il 09 aprile 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐