Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Fotovoltaico, la Sicilia batte ogni record. Nell’Isola 34 mila impianti installati
di Rosario Battiato

Adesso tocca alla Regione: gli addetti ai lavori attendono il nuovo Piano energetico che agevoli la green economy. Lo rivela l’ultimo rapporto del Polo di produttori isolani. Catania prima provincia per nuove installazioni

Tags: Fotovoltaico, Energia



PALERMO – Il fotovoltaico abbraccia la Sicilia: da record i risultati presentati la settimana scorsa presso la Sala delle Armi di Palazzo Steri sul Sicily’s Solar Report 2013, redatto dal Polo fotovoltaico della Sicilia, che ha dimostrato la netta virata di famiglie e imprese verso l'energia del sole.

Nell'ultimo anno in Sicilia sono stati realizzati oltre 12 mila impianti per sei milioni di pannelli fotovoltaici. Complessivamente ci sono oltre 1100 megawatt (milioni di Watt) di potenza installata distribuita per 34mila impianti. Ogni anno questa massa incredibile di pannelli in crescita frenetica produce 1,6 Twh (terawattora), cioè quasi il 10% del fabbisogno di energia elettrica dell’intera regione. La distribuzione provinciale premia la città più soleggiata d'Italia, cioè Catania, che fa registrare nel 2012 il maggior numero di nuove installazioni: ben 5 mila. A seguire troviamo Agrigento con 3 mila. Inoltre sul territorio isolano sono presenti oltre 10 mila impianti solari termici.

Mario Pagliaro, responsabile del polo fotovoltaico della Sicilia, ha confrontato i numeri ricordando, nel corso della presentazione del report, che la potenza installata nell'Isola è equivalente a due centrali termoelettriche alimentate dal sole e non dagli idrocarburi. Importanti anche i numeri che riguardano le oltre 100 imprese attive nell'installazione di impianti, alle quali fanno seguito oltre 3mila posti di lavoro, la gran parte dei quali (il 90%) occupati da giovani.

Resta ancora da risolvere il nodo del piano energetico. Il Pears siciliano era stato lanciato in grande stile durante il governo Lombardo – alla presentazione avvenuta nel 2009 fu addirittura tenuto a battesimo da Jeremy Rifkin, il teorico delle politiche governative ambientali sostenibili – ma di fatto la sua effettiva applicazione è rimasta, per larghi tratti, sospesa. L'appello al governo Crocetta per riprendere il Piano e farne strumento di controllo e regolazione del settore è stato avanzato in diverse sedi. L'ultima occasione si è presentata proprio all'incontro di diffusione del Sicily's Solar Report dove Legambiente ha reclamato un piano che sappia adeguatamente promuovere la green economy per far ripartire l'economia siciliana.

Intanto si registra qualche passo avanti. Ad inizio aprile è stata approvata la graduatoria definitiva dei progetti della Misura 311 azione B “Produzione di energia da fonti rinnovabili, PSR Sicilia 2007-2013, che permetterà il finanziamento di circa 100 progetti che prevedono la produzione e vendita, da parte delle aziende agricole, di energia elettrica ricavata da impianti fotovoltaici, caldaie a biomasse e impianti di mini eolico.

Articolo pubblicato il 17 aprile 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus