Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Il controllo dei costi punto di forza dellÂ’azienda
di Giulia Cosentino

Francesco Arena, direttore Sicilconad Mercurio

Tags: Sicilconad Mercurio, Francesco Arena, Conad



Era il 1974 quando dall’intuizione e dalla volontà di un gruppo di dettaglianti di Alcamo nacque Sicilconad. In 40 anni di attività Sicilconad, una delle otto cooperative che formano Conad, non si è mai arrestata ed ha tracciato un percorso di crescita continuo guidato attualmente da Francesco Arena.

In questo periodo non è mancata di certo l’aria di rinnovamento in particolare con l’espansione dell’azienda che è passata da un deposito di poche decine di metri quadrati ad una struttura più complessa ed organizzata dislocata su tre siti a differente specializzazione merceologica distribuiti fra Partinico, Carini e Palermo, con una superficie di deposito complessiva ormai superiore ai 25.000 mq. “Alla fisionomia pioneristica dei primi anni - ha detto Arena - vissuti con l’entusiasmo tipico delle nuove iniziative imprenditoriali, ma spesso con pochi mezzi a disposizione, si è passati ad una organizzazione di tipo manageriale affidata a professionisti incaricati di gestire la difficoltà del mercato alimentare moderno in maniera esclusiva, in stretta collaborazione con i nostri associati ma mai in sovrapposizione con questi”. Ciò ha di certo contribuito ad accrescere un percorso professionale e personale sia in termini quantitativi che qualitativi, caratterizzandone l’azienda che a sua volta ne ha fatto un proprio cavallo di battaglia.

Oggi Sicilconad conta circa 90 dipendenti diretti cui si aggiungono altri 150 tra coloro che operano nelle imprese di servizio per l’azienda stessa. Molto rilevante è il dato relativo ai posti di lavoro che, considerando gli associati e i dipendenti dei supermercati Conad, ha creato nell’Isola più di 2.300 posti. Soltanto nel 2012 a seguito delle nuove aperture di supermercati ad insegna Conad e Conad Superstore sono stati creati oltre 300 nuovi posti di lavoro distribuiti principalmente fra le province di Palermo, Trapani e Agrigento. Un dato che, visti i tempi di crisi, fa ben sperare per il futuro dell’azienda, malgrado al momento non siano previste altre assunzioni presso il centro distribuzione di Partinico. Intenso il rapporto con la sede nazionale di Bologna che funge da vero e proprio organo di trasmissione delle migliori professionalità e pratiche aziendali di tutto il mondo Conad.

Il controllo dei costi in particolare resta un punto di forza dell’azienda che punta anche sui suoi più di 1.500 “propri” prodotti a marca Conad. “Siamo tuttavia consapevoli - ha detto in proposito Arena - che ampie fasce di consumatori si stanno allontanando dal consumo del prodotto di marca per rivolgersi verso marchi meno noti. In tale direzione stiamo andando già da un paio di anni con la nascita dei punti vendita a insegna Todis, vero e proprio canale discount della nostra organizzazione, dove il livello dei prezzi è più basso ma non meno controllato in termini di qualità e di efficienza”.

Tutti questi elementi hanno contribuito a chiudere il 2012 in positivo poiché, alla crescita delle vendite della rete esistente, si è sviluppato un intenso calendario di 10 nuove aperture, di cui la più significativa nel centro Commerciale Città dei Templi di Agrigento.

“Tutto questo ci ha permesso di chiudere l’anno con un volume d’affari complessivo attestato a poco meno di 330 milioni di euro di vendite verso i Supermercati nostri associati, per un controvalore di vendite al dettaglio sviluppato dalla nostra rete che ha ormai raggiunto i 500 milioni di euro di fatturato”.
 


Allo studio progetti per realizzare distributori di carburante a insegna Conad
 
La consapevolezza del ruolo di una moderna impresa di distribuzione ha spinto l’azienda oltre i confini classici del mondo del commercio alimentare. Basta pensare al fatto che ormai è possibile comprare farmaci da banco e articoli parafarmaceutici nelle Parafarmacie Conad, così come il primo reparto di Ottico Conad, inaugurato ad Agrigento. Allo studio vi sono, inoltre, alcuni progetti relativi allo sviluppo di impianti di distribuzione di carburante ad insegna Conad che estenderanno i vantaggi delle politiche commerciali anche ad una voce di costo ormai gravosissima per tutte le famiglie. Essere leader di mercato vuol dire anche essere protagonisti del proprio contesto territoriale e sociale, per tale motivo il nome di Sicilconad è ormai stabilmente legato ad alcune importanti iniziative di natura socio-culturale e di beneficenza.
“Siamo orgogliosi – ha detto Francesco Arena - di dare il nostro contributo ai tantissimi giovani che ogni anno arrivano nel nostro territorio per celebrare quello che ormai è diventato un evento sportivo di livello internazionale come il torneo di calcio giovanile “Costa Gaia – Conad Cup”, permettendo loro di vivere un’esperienza di corretto e leale agonismo sportivo. Vogliamo ricordare anche la nostra fattiva collaborazione alla raccolta fondi che ha permesso all’associazione Piera Cutino di costruire un padiglione all’interno dell’Ospedale Cervello di Palermo per dare degna ospitalità ai familiari dei bambini talassemici durante i periodi di degenza.”

Articolo pubblicato il 09 maggio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Francesco Arena, direttore Sicilconad Mercurio
Francesco Arena, direttore Sicilconad Mercurio