Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds

Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Direttore Carlo Alberto Tregua



Modello Bagheria per la mobilitÓ sostenibile. Finanziato un bus ecologico da 1,5 mln
di Rosario Battiato

Il progetto rientra sulla linea di intervento del PO FERS ed è realizzato con la collaborazione del Cnr. Nel palermitano il primo mezzo ibrido con batterie e celle a combustione, alimentato a idrogeno

Tags: Trasporto, Po Fesr, Ambiente, Cnr



BAGHERIA (PA) – Piccoli passi per la mobilità sostenibile anche in Sicilia. A Bagheria, in provincia di Palermo, tramite il decreto regionale n. 160 del 17 maggio 2013, è stato finanziato un progetto per un bus ecologico da 1,5 milioni di euro. Il provvedimento, in attesa di registrazione presso la Corte dei Conti per il visto preventivo, porterebbe il comune nella pattuglia delle realtà più avanzate in Sicilia in termini di mobilità sostenibile.

Si tratterà del “primo mezzo ibrido con batterie e celle a combustibile, alimentato ad idrogeno”. La nota del comune bagherese riporta come il progetto sia stato predisposto dall’ufficio programmazione dell'ente locale in collaborazione con il C.N.R.- Istituto di Tecnologie Avanzate per l'Energia, “Nicola Giordano” di Messina, “con il quale è stata stipulata una convenzione che ha lo scopo di sviluppare forme di collaborazione per lo svolgimento di programmi di promozione, diffusione e dimostrazione riguardanti le tecnologie energetiche innovative”. Si tratta di un progetto ancora in fase di sviluppo quindi non stupisce che l'importo totale dell'operazione sia pari a 1.500 mila euro. Per l'amministrazione, tuttavia, si tratta di un progetto a costo zero visto che 1.425 mila euro sono a carico del finanziamento a valere sulla linea di intervento 2.1.2.2. del Po Fesr e 75 mila euro sono a carico del CNR. Obiettivo e principale beneficio del piano è l’utilizzo delle potenzialità dell’idrogeno come vettore energetico che riesce a garantire l’autosufficienza energetica dei sistemi migliorando insieme la qualità dell’aria e abbassando le emissioni atmosferiche.

Il progetto avrà una durata di 30 mesi circa e servirà a sviluppare, testare e validare un sistema prototipale di autoproduzione energetica e di adozione di vettori energetici innovativi “in cui la generazione di elettricità con pannelli fotovoltaici sarà integrata con un sistema in grado di accumularla sotto forma di idrogeno che sarà utilizzato sotto forma di serbatoio di alimentazione per il bus”.

Raggiante Pietro Miosi, assessore alle attività produttive del comune palermitano. “Siamo particolarmente soddisfatti del finanziamento, Bagheria è tra i primi comuni, se non il primo, che ha lavorato in Sicilia per l’ottenimento di un bus ecologico tale progetto che ha l'obiettivo di sperimentare un prototipo di bus con propulsione ad idrogeno, di dimensioni compatibili con le caratteristiche urbane della nostra città rispondendo alle esigenze di trasporto dei cittadini, e al contempo rispettando l’ambiente, senza contare che abbiamo ottenuto questo risultato a costo zero per le casse comunali”.

Articolo pubblicato il 21 maggio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

RSS© 2001 Ediservice S.r.l. - P.I. 01153210875 - Tutti i diritti riservati / Coordinamento e aggiornamento Blu Media / Realizzazione Francesco Grasso / Grafica Neri & Dodè / Hosting Impronte digitali