Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La carica dei 20 mila senza mestiere
di Antonio Leo

Per ricevere uno “stipendio” fisso senza responsabilità si ammassano nelle anticamere dei Consigli. Tanti gli aspiranti consiglieri per i 2.281 posti disponibili alle elezioni comunali

Tags: Elezioni



PALERMO - È scattata ufficialmente la corsa dei candidati ai Consigli comunali. Il 15 maggio scorso gli uffici elettorali sono stati letterarmente presi d’assalto come fossero Centri di collocamento, con liste e nomi che fioccavano a iosa dalle scartoffie dei segretari dei partiti. In palio ci sono 2.281 seggi e soprattutto i gettoni di presenza che, in tempi di crisi, fanno gola a tutti. Un posto blindato per cinque anni, con un introito fisso ogni mese e senza responsabilità alcuna. Per decine di migliaia di siciliani è un sogno. E allora che sia lista ufficiale, civica o del sindaco poco importa: quel che conta è esserci per provare a vincere in questa speciale “lotteria”. In provincia di Catania sono 4.700 i candidati per 474 poltrone, dieci per ognuna: estendendo la media per tutti le poltrone in palio si può stimare una ciurma di oltre 20 mila contendenti. Perché la politica è cosa sporca e ingiusta solo quando la fanno gli altri. (continua)

Articolo pubblicato il 24 maggio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐