Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Contro la disoccupazione. Il progetto “CreAzioni giovani”
di Michele Giuliano

Scende in campo la Regione a sostegno della generazione dei Neet: stanziati 5 milioni di euro. La misura servirà a promuovere forme d’inserimento nel mondo del lavoro

Tags: Creazione Giovani, Lavoro



PALERMO - Quasi cinque milioni per i giovani siciliani. Presentato, a Palazzo d’Orleans, il progetto “CreAzioni giovani” che metterà a disposizione degli under 36 dell’Isola risorse per l’ingresso nel mondo del lavoro o per l’avvio di una attività imprenditoriale. L’accordo, che vede in prima fila la Regione siciliana, è stato illustrato dall’assessore alla Famiglia, alle Politiche sociali e al Lavoro Ester Bonafede: “I giovani – ha detto – rappresentano la risorsa maggiore del nostro territorio.
 
Dobbiamo partire da lì”. Il progetto “CreAzioni Giovani” è lo strumento attraverso cui la Regione intende proseguire il cammino intrapreso con “Apq giovani protagonisti di sé e del territorio”, che negli anni 2011-2013 ha permesso di realizzare su tutto il territorio regionale iniziative e progetti dedicati alla formazione, al sostegno all’imprenditoria, alla crescita culturale e sociale dei giovani di età compresa tra i 14 e i 30 anni.

Stavolta, però, la Regione estende, per alcune misure, il contributo ai siciliani compresi tra i 14 e i 36 anni. Giovani che dovranno diventare promotori e realizzatori di un progetto. Il programma ha uno stanziamento per l’esattezza di 4 milioni 912.928,11 euro.
 
Quasi 3,5 milioni rappresentano risorse del Fondo nazionale delle politiche giovanili per l’anno 2010, il restante milione e mezzo sono fondi regionali. Saranno sei le linee di intervento che costituiranno “CreAzioni giovani”. La prima, intitolata “Giovani talenti-valorizzazione della creatività e dei talenti dei giovani” si rivolge ai ragazzi di età compresa tra i 14 e i 24 anni, e mette a disposizione la somma di 1,15 milioni.
 
I progetti finanziati devono prevedere il coinvolgimento diretto dei giovani negli ambiti di progettazione e produzione di: spettacoli di musica, danza, teatro, prodotti letterari, cinema, fotografia, ecc; progetti di autoproduzione nell’ambito della comunicazione e dell’informazione finalizzata alla partecipazione attiva della cittadinanza (siti web, giornali, web tv e radio).

La seconda linea di intervento (“TradizionalMente”) punta a fornire strumenti e basi per la creazione di imprese artigianali ed è rivolto a giovani di età compresa tra i 18 e i 36 anni. A disposizione, in questo caso, 700 mila euro. Tra le attività che potranno essere promosse in questo ambito, a titolo di esempio: esposizioni e mostre dedicate all’artigianato, stage in piccole imprese artigiane, promozione di itinerari dell’artigianato e del prodotto locale e laboratori pratici per la scoperta dell’artigianato e dell’enogastronomia locale. Seguono le linee di intervento riguardanti la promozione della legalità (800 mila euro stanziati), la promozione dell’imprenditoria giovanile (1 milione e cento mila euro), la mobilità europea dei giovani (850 mila euro) e l’azione di sistema (312 mila euro).

“Ma l’attività formativa - precisa il dirigente generale Antonella Bullara - rappresenterà solo una quota residuale. La stragrande maggioranza degli interventi consisterà in incentivi per l’imprenditoria giovanile”.
 

 
L’approfondimento. Misure necessarie: un giovane su due è senza lavoro
 
In Sicilia misure per incentivare l’occupazione giovanile sono assolutamente necessarie. Anzi, considerata l’enorme proporzione della disoccupazione giovanile, i 5 milioni di euro stanziati sembrano anche pochini. Secondo l’ultimo censimento Istat, infatti, in Sicilia un giovane su due è disoccupato: peggio della Sicilia in Italia fa solo la Calabria. “Crediamo fermamente – ha commentato l’assessore Bonafede – nel contributo che le giovani generazioni possono dare al nostro territorio, energie utili al contesto socio-culturale e importanti per il rinnovamento e la spinta economica. ‘CreAzioni giovani’ è un progetto che si propone da un lato di sostenere il protagponismo dei giovani siciliani che, attraverso le loro idee originali, i loro talenti ed i loro saperi, posono tramutare le loro conoscenze, esperienze e competenze in progetti ed iniziative che apportino un valido contributo alla crescita della Regione siciliana e dall’altro – ha aggiunto l’assessore – di offrire ai giovani siciliani l’opportunità di attivare ed integrare percorsi di formazione sociale e culturale che favoriscano l’autodeterminazione ed una vita indipendente”.

Articolo pubblicato il 25 maggio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Ester Bonafede, assessore alla Famiglia, alle Politiche sociali e al Lavoro
Ester Bonafede, assessore alla Famiglia, alle Politiche sociali e al Lavoro