Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Caltanissetta - Il personale divora la Provincia
di Liliana Blanco

Circa 14,5 milioni di euro sono stati utilizzati per mantenere le 405 unità lavorative dell’Ente. Approvato il consuntivo 2012: metà delle spese assorbite per pagare i dipendenti

Tags: Caltanissetta



CALTANISSETTA - Il Consiglio provinciale ha dato il via libera al conto consuntivo 2012 con 11 voti favorevoli e un solo contrario.
Il rendiconto di gestione 2012 presenta un avanzo di amministrazione di 20.269.495,62 euro. L’ammontare complessivo delle entrate è stato di 36.125.984,93 euro, suddivisi in entrate tributarie (per 15.531.895,72 euro, pari al 42,99%), trasferimenti correnti da Stato e Regione (14.055.971,61 pari al 38,91%), entrate extratributarie (4.290.202,80 pari al 11,88%) e trasferimenti in conto capitale (2.247.914,80 pari al 6,22%).

Il volume complessivo delle spese correnti è stato di 28.459.075,16 euro così ripartiti: funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 11.288.883,54 (39,7% del totale), funzione di istruzione pubblica 6.622.384,27 (23,3%), cultura e beni culturali 280.542,70 (1,4%), turismo sport e ricreazione 456.298,67 (1,6%), gestione del territorio 4.509.118,04 (15,8%), tutela ambiente 2.460.931,50 (8,6%), sociale 1.774.795,44 (6,2%), sviluppo economico 1.066.121,00 (3,7%).

Un approfondimento a parte lo merita il capitolo relativo alle spese per il personale, che con 14.495.434,62 rappresentano il 50,9% delle spese complessive. Quelle per prestazioni di servizi, invece, sono pari a 8.250.701,51 (29%).
Tornando sul personale, le unità lavorative sono complessivamente 405 di cui 391 di ruolo e 14 non di ruolo. La spesa del personale, al netto delle voci escluse, rispetto all’anno precedente è diminuita di 884.470,24 euro.

Il volume complessivo delle spese in conto capitale è stato di 2.162.305,83 euro così ripartito: acquisizioni di beni immobili e manutenzioni straordinarie (viabilità ed edilizia) pari a 1.908.763,82, acquisto attrezzature 216.095,23, incarichi professionali esterni per progettazione 446,78, trasferimenti in conto capitale 25.000, partecipazioni azionarie 12.000.

Questi i principali investimenti attivati nel 2012 e inseriti nel documento contabile: fornitura arredi per gli istituti d’istruzione secondaria 199.993,50 euro, lavori di ristrutturazione di alcuni locali ex Umberto I 200.000, restauro della sede principale della Provincia 100.000, manutenzione impianti tecnologici edifici di competenza provinciale 90.000, manutenzione straordinaria immobili scolastici Zona Sud 200.000, manutenzione straordinaria immobili provinciali 25.000, adeguamento a norme antincendio Ufficio Tecnico 40.000, manutenzione straordinaria immobili scolastici Zona Nord 200.000, manutenzione straordinaria delle Sspp Zona Nord 380.000, manutenzione straordinaria delle Sspp Zona Sud 260.000.

Anche nel corso del 2012, dunque si conferma la tendenza a mantenere l’apparato (seppur con un lieve contenimento della spesa) e investire sul territorio risorse che potremmo definire irrisorie. Impossibile, in questo modo, iniziare a pensare a un processo di crescita indispensabile per far uscire il territorio dalla crisi che ha investito l’Europa, l’Italia e di conseguenza anche la Sicilia.

Si spera che con la rivoluzione in arrivo grazie alla Lr 7/2013, che ha istituito i liberi Consorzi di Comuni (previsti dall’articolo 15 dello Statuto siciliano) questa tendenza possa essere modificata, facendo confluire sempre più risorse nel capitolo degli investimenti e dunque in possibilità concrete di crescita per tutto il tessuto economico nisseno.

Articolo pubblicato il 30 maggio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐